/ Cronaca

Cronaca | 26 giugno 2020, 18:32

Dalla diocesi 250.000 euro per sostenere le famiglie

Covid 19: Fondi straordinari dalla Conferenza episcopale italiana e dalla Caritas

Dalla diocesi 250.000 euro per sostenere le famiglie

“Dopo i mesi dell’emergenza è giunto il momento del sostegno a persone e famiglie che rischiano di scivolare sotto la soglia della povertà e, di conseguenza, in una situazione di esclusione sociale”.

Così il direttore della Caritas diocesana di Novara don Giorgio Borroni spiega la scelta compiuta dalla diocesi di stanziare 250.000 euro per aiuti alle persone e alle famiglie su tutto il territorio diocesano: si tratta di 200.000 euro dei fondi straordinari della Cei destinati per il sostegno alle famiglie per l’emergenza Covid-19 e di altri 50.000 euro aggiunti dalla Caritas diocesana.

“I fondi – continua don Giorgio - sono stati suddivisi nei sei vicariati in proporzione al numero della popolazione: 50.000 euro nei Vicariati di Novara, Arona Borgomanero e Laghi; 40.000 euro nel Vicariato dell’Ovest Ticino e 30.000 euro nei Vicariati della Valsesia e dell’Ossola. L’impegno dei Vicari territoriali, insieme a quello dei moderatori delle Unità pastorali, sarà di distribuire equamente le risorse sul proprio territorio, coinvolgendo i centri di ascolto e le opere segno”.

I fondi, che saranno utilizzati principalmente per acquisti di generi alimentari e di
prima necessità, per il pagamento di bollette e di affitti oppure per l’acquisto di
medicinali, dovranno essere rendicontati con pagamenti tracciabili.
“Com’è ormai consuetudine – conclude don Giorgio – le risorse verranno distribuite su tutto il territorio diocesano e potranno essere incrementate da aziende o da privati attraverso donazioni all’interno dei tre “Fondi Rete Caritas” presenti nella Fondazioni di Comunità”.
Questi i riferimenti delle tre Fondazioni Comunitarie:
quella del Novarese (Iban IT 63 T 07601 10100 000018205146),
quella del Vco (Iban IT 81 O 03069 09606 100000000570)
oppure quella della Valsesia (IT 29 R 06090 44900 000001001092)

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore