/ Cronaca

Cronaca | 24 giugno 2020, 09:41

La maledizione delle piscine di Chiarelli E Binatti

Un guasto al filtraggio a Novara e la rinuncia del gestore a Trecate rimandano la riaperture delle piscine pubbliche

La maledizione delle piscine di Chiarelli E Binatti

Una sorta di “maledizione” delle piscine colpisce in questi giorni all’unisono Novara e Trecate.

Nel capoluogo, come è emerso in consiglio comunale grazie ad una interrogazione del Partito Democratico, la piscina scoperta del centro nuoto del Terdoppio è bloccata. L’assessore allo sport Marina Chiarelli aveva descritto l’esistenza di un problema dall’impianto di filtraggio, che non funziona e che deve essere sostituito. Un bel guaio, perché il mancato filtraggio dell’acqua non consente il raggiungimento degli standard igienici ed impedisce l’apertura al pubblico.

Nella risposta all’interrogazione l’assessore Chiarelli non aveva precisato i tempi dell’intervento di manutenzione, augurandosi che potesse avvenire entro luglio. Dopo le inevitabili polemiche, ora l’assessore si smarca e chiama in causa direttamente il gestore. “Già a maggio – dice Chiarelli - l’Ufficio sport aveva sollecitato la società Sportmanagment a mettere in atto tutti i necessari interventi per riaprire nella prima settimana di giugno. Purtroppo questo non è avvenuto, anche alla luce dei problemi economici della società. Soltanto l’area coperta al momento risulta riaperta, consentendo le attività di nuoto libero agli abbonati e gli allenamenti delle società sportive”. “È evidente – aggiunge Chiarelli - che con l’arrivo della stagione estiva bisogna provvedere a riaprire la struttura esterna e da parte dell’Amministrazione c’è la volontà oltre alla disponibilità a fare la propria parte. A sua volta però i privati devono assumersi impegni precisi, anche per quanto riguarda l’area fitness su cui Sportmanagment e Gymnasium, che pure aveva inviato i protocolli per tempo, debbono definire velocemente i protocolli sanitari da adottare”. E infine, la richiesta perentoria: la piscina “riapra come previsto nella prima settimana di luglio”.

Non è difficile intravvedere l’inizio di una qualche forma di contenzioso, che va ad inserirsi in una fase già delicata, con l’affidamento in scadenza ed un nuovo bando in preparazione. Per ora i novaresi in cerca di refrigerio devono accontentarsi della storica piscina Solferino, che però non può offrire una capienza sufficiente alle richieste, specie nei fine settimana. Oppure bisogna rassegnarsi alla “emigrazione”.

Ci sono però problemi anche nella più vicina delle piscine pubbliche del territorio, quella di Trecate. Il comune di Trecate si trova, a stagione appena partita, a cercare un gestore temporaneo dal 6 lugliio al 31 maggio, in quanto l’attuale gestore, la Cotief (Cooperativa trecatese insegnanti di educazione fisica) ha rinunciato all’incarico che era stato prorogato per un triennio, dichiarando di non essere in grado di pagare il canone annuale né di eseguire una serie di interventi di manutenzione.

Così il 19 giugno la giunta ha revocato la concessione e ha avviato l'iter per individuare un gestore temporaneo in attesa dell’espletamento di una gara per la nuova concessione. Le offerte possono essere presentate fino al 30 giugno. Il gestore provvisorio si impegna a versare un canone di 7 mila euro più Iva al mese e ad eseguire i soli interventi di manutenzione ordinaria per riattivare gli impianti.

ECV

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore