/ Regione

Regione | 30 gennaio 2020, 17:18

Coronavirus: caso sospetto ad Alessandria pone l'attenzione anche sul Piemonte

Paziente in isolamento nel Reparto Malattie Infettive dell'ospedale cittadino. Si attendono i risultati di test specifici. Oggi una nuova riunione a livello regionale

Coronavirus: caso sospetto ad Alessandria pone l'attenzione anche sul Piemonte

Ad oggi in Piemonte non ci sono altri casi sospetti, ma indubbiamente le ultime notizie arrivate da Alessandria, a proposito del coronavirus, destano una normale preoccupazione, che non deve assolutamente sfociare in allarme.

Ieri infatti una donna rientrata dalla Cina è stata ricoverata nel reparto di Malattie Infettive del "S. Antonio e Biagio e C. Arrigo" di Alessandria.

 

"La donna - precisano dall'Azienda Ospedaliera - presentava sintomi influenzali non gravi e non correlabili al coronavirus e,come previsto dalla procedura ministeriale, è stata trattenuta e ricoverata in misura precauzionale, domani (oggi n.d.r.) saranno disponibili i risultati dei test specifici".

 

L’assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi nei giorni scorsi aveva trasmetto alla rete sanitaria piemontese le indicazioni ministeriali riguardanti i sospetti casi di Coronaviru. 

Le indicazioni ministeriali - ha spiegato Icardi - riguardano in particolare: la definizione di caso e le modalità di segnalazione al sistema di sorveglianza regionale e nazionale; le misure di biosicurezza da adottare nelle strutture cliniche e in caso di isolamento domiciliare del paziente; le procedure e i materiali per la protezione individuale degli operatori sanitari e disinfezione e protocolli specifici per diagnosi di laboratorio. Come noto - nella nostra regione non sono presenti aeroporti con voli intercontinentali. Al momento l’Usmaf (Ufficio di Sanità Marittima, Aerea e di Frontiera) ha provveduto ad affiggere materiale informativo nell’aeroporto per i viaggiatori internazionali come da indicazioni ministeriali, in attesa di nuove disposizioni”.


Dalla Redazione di Torino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore