/ Cronaca

Cronaca | 29 gennaio 2020, 19:22

Indagine “digitale” della Polizia Ferroviaria

Indagine “digitale” della Polizia Ferroviaria

La polizia ferroviaria in servizio alla stazione di Novara ha denunciato nei giorni scorsi un ventitreenne immigrato di origine gambiana, perché all’atto del controllo era sprovvisto di documento identificativo e per aver fornito false generalità. L’uomo, rintracciato all’interno del sottopasso ferroviario in tarda serata, è stato accompagnato presso gli uffici di polizia della locale stazione per l’accertamento dell’identità. Le generalità dichiarate sono state verificate con l’utilizzo del sistema SPAID, una attrezzatura che consente di identificare in maniera certa gli individui attraverso l’acquisizione e il riconoscimento della loro impronta digitale. La ricerca ha permesso di stabilire che il giovane durante il controllo aveva fornito agli agenti false generalità.

E.C.V.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore