/ Novara

Novara | 18 ottobre 2019, 12:07

“Strade sicure, strade da vivere”: domani un convegno sulla vivbiità urbana

“Strade sicure, strade da vivere”: domani un convegno sulla vivbiità urbana

La fase di elaborazione del Piano Urbano della Mobilità sostenibile, avviata dal Comune di Novara, sta riaccendendo in città una certa attenzione ai temi della vivibilità urbana. Se ne parerà anche domani, sabato 19 ottobre dalle 9,30 alle 13 nella sala conferenze della Fondazione Faraggiana, al convegno “Strade sicure, strade da vivere”: un nuovo modello di mobilità per il miglioramento della vivibilità urbana.

Il convegno – organizzato da Fiab Novara Amici della Bici e Novara Green – si propone di aprire a Novara una discussione sulla mobilità attiva e sostenibile partendo dalle esigenze delle persone e portando all’attenzione dei decisori e dei cittadini contributi ed esperienze innovative.  Dopo i saluti di Eugenio Bonzanini (presidente Fondazione Faraggiana) e dell’Amministrazione comunale di Novara, il programma del convegno prevede una serie di relazioni: “Le aspettative raccolte nei quartieri di Novara da una campagna di ascolto lanciata sui social” (Fabrizio Cerri, presidente di Novara Green); “Contributi dell’Associazione Fiab-Novara Amici della Bici al miglioramento della mobilità ciclabile in città e nel territorio” (Giulio Rigotti, Associazione Fiab Novara-Amici della Bici); “Dare strada alle persone. Una nuova cultura della mobilità nei progetti di viabilità e partecipazione alla riqualificazione dello spazio pubblico” (arch. Matteo Dondé, Urbanista); “Il Bikesharing a flusso libero aiuta la mobilità sostenibile? Esperienze e risultati” (Davide Lazzari – MoBike); “La mobilità urbana nell’era dei cambiamenti climatici” (dott. Paolo Pinzuti, Bikeitalia); “Lo shopping con la bici fa bene al commercio e alla vita delle persone” (Andrea Painini, presidente Confesercenti Milano, Lodi, Monza Brianza). Al termine, le comunicazioni di Aci Novara sulla nuova campagna dell’Aci per la sicurezza e il rispetto reciproco “Rispettiamoci” (Paolo Pinto – direttore). Presiede i lavori Giulietta Pagliaccio (vicepresidente Fiab-onlus).

ECV

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore