/ Sanità

Che tempo fa

Cerca nel web

Sanità | 26 marzo 2020, 14:00

Le camere della Residenza Universitaria andranno a medici e infermieri

Per evitare il contagio dei famigliari degli opratori sanitari

Le camere della Residenza Universitaria andranno a medici e infermieri

Accordo raggiunto tra Comune di Novara ed Edisu (Ente per il diritto allo studio): le camere della Residenza universitaria di via Perrone sono state messe a disposizione di medici ed infermieri impegnati a combattere ogni giorno l’emergenza sanitaria da Covid-19.

Il personale che opera in ospedale – spiega il Sindaco di Novara Alessandro Canelli si trova quotidianamente a contatto con pazienti, rischiando a sua volta il contagio e quello dei familiari. Ecco perché si è reso necessario mettere a disposizione delle camere: innanzitutto per offrire un’abitazione vicina al posto di lavoro, considerato che molti medici e infermieri arrivano da fuori Novara, e poi per evitare eventuali complicazioni per i familiari. Ringraziamo Edisu e il presidente Alessandro Sciretti per la disponibilità e la collaborazione in un momento così difficile e di forte tensione, soprattutto per chi opera in ambito sanitario”.

La Residenza universitaria di Via Perrone 9 è composta da 7 singole che dividono bagno con 7 doppie, 2 singole con bagno riservato e 1 doppia con bagno interno. In tutto 25 posti letto. Tutte le stanze sono attrezzate di bagno con doccia, collegamento Internet; la struttura è anche dotata di locali cucina in condivisione e diversi altri servizi comuni.
È importante che le istituzioni sul territorio facciano alleanze per mettere in sicurezza i cittadini e il personale medico infermieristico, che sta dando prova di dedizione, generosità e grande impegno lottando senza sosta a fianco dei pazienti colpiti dal Coronavirus e quindi le loro famiglie – commenta il presidente Edisu Alessandro Sciretti - Questo è un importante esempio di grande collaborazione tra tutti i soggetti coinvolti. Ringrazio il nostro personale e le ditte che hanno operato in questi giorni con rapidità per rendere disponibile la struttura. Ringrazio inoltre i nostri utenti per la grande prova di collaborazione e responsabilità che hanno dato”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore