/ Novara

Che tempo fa

Cerca nel web

Novara | 21 gennaio 2020, 09:12

A Trecate un “Progetto di educazione ambientale”

A Trecate un “Progetto di educazione ambientale”

Si è svolta venerdì 10 gennaio alla Scuola “G. Cassano” la conferenza stampa sul “Progetto di educazione ambientale” promossa dall’Istituto comprensivo “Rachel Behar”, dall’assessorato all’Ambiente del Comune di Trecate e dal Lions club Ticino Torre del Basto. 
«Lo scopo di questo progetto è educare i ragazzi al rispetto dell’ambiente dove vivono responsabilizzandoli e facendo loro imparare come si differenziano i rifiuti e come si svolge il riciclo; la sua durata non si esaurirà con questo anno scolastico ma proseguirà anche durante il prossimo»: così la dirigente dell’Istituto comprensivo “Rachel Behar”, Stefania Ardizio, ha illustrato il progetto. 
L’Amministrazione comunale ha fornito i contenitori per la raccolta differenziata alle Scuole Primarie “Rodari” e “Don Milani” e alla Scuola Secondaria “Cassano” in modo che ogni giorno bambini e ragazzi possano gettare i propri rifiuti nel bidone appropriato. «Le sedici classi della Scuola Secondaria di Primo Grado “Cassano” (prime e seconde) svolgeranno lezioni di informazione sui temi della raccolta differenziata dei rifiuti e sul loro riciclo per poi mettere in pratica nel quotidiano quanto imparato:– ha continuato la dirigente – Usciranno a turno sia in cortile sia nelle strade lungo il perimetro della scuola per raccogliere l’immondizia abbandonata e rendere così l’ambiente che frequentano più decoroso grazie alle pinze “raccogli-rifiuti” fornite dal Lions e ai sacchetti forniti dal Comune». 
L’obiettivo è estendere questa sensibilità dalle aule scolastiche alla vita quotidiana: «Coinvolgendo i ragazzi si può arrivare al cuore delle famiglie e iniziare così un circolo virtuoso per conseguire l’obiettivo di una città più pulita – ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Roberto Minera – Sono già state effettuate iniziative importanti con le scuole e questo è un ulteriore tassello che abbiamo potuto realizzare grazie all’aiuto del Lions Club Ticino Torre del Basto e alla disponibilità del gruppo dei “Volontari dell’Ambiente” che si alterneranno nelle lezioni frontali e nelle uscite con i ragazzi». 
Fornire basi solide di educazione civica e ambientale ai giovani significa metterle a disposizione della comunità attuale e di quella futura: «I Lions Club hanno sempre sostenuto iniziative come questa che puntano a formare cittadini consapevoli e informati sulle regole del vivere in comunità e sul loro rispetto», ha concluso il presidente Mario Mocchetto.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore