/ Regione

Che tempo fa

Cerca nel web

Regione | 02 settembre 2019, 07:57

“Il Governo finanzi il Servizio Civile, altrimenti ci rimetteranno 14 mila giovani”

L’allarme lanciato da Anpas, l’associazione che in Piemonte ha attivato lo scorso anno 351 progetti a cui dovrebbe rinunciare completamente

“Il Governo finanzi il Servizio Civile, altrimenti ci rimetteranno 14 mila giovani”

Senza un’integrazione del fondo per il Servizio civile rischiano di saltare opportunità per 14 mila giovani. L’allarme è stato lanciato da Anpas, che nel solo Piemonte dovrebbe rinunciare a 351 progetti.

Il bando 2019 non è ancora stato lanciato e sono ancora in corso i progetti del 2018, ma dovrebbe uscire nelle prossime settimane e la speranza è che il nuovo Governo tappi in extremis questo buco: “Occorre porre rimedio a questa grave perdita, provvedendo al rifinanziamento di almeno 70 milioni di euro, come previsto nel Disegno di Legge licenziato dal CDM del 31/07/2019, che consenta quantomeno il mantenimento dei numeri di giovani impegnati nel Servizio Civile nell’anno 2018 e che ne permetta la costante crescita nel futuro”, premono da Anpas, che è l’Associazione nazionale pubbliche assistenze, nata nel 1904 dal movimento delle Società Operaie di Mutuo Soccorso.

I suoi numeri la rendono una delle principali organizzazioni di volontariato italiane con 918 pubbliche assistenze, che operano in diversi settori, dalla cultura al trasporto sanitario e al soccorso. Oggi conta 86 mila volontari attivi, 341.971 soci, oltre 3mila dipendenti, 2.592 volontari in Servizio Civile in più di mille presìdi in tutte le regioni.

Il Comitato regionale piemontese rappresenta 83 associazioni di volontariato con 9 sezioni distaccate, 9.471 volontari (di cui 3.430 donne), 6.635 soci sostenitori e 377 dipendenti. Nel corso dell’ultimo anno sono stati effettuati 432mila servizi per un totale di circa 14 milioni di chilometri, utilizzando 382 autoambulanze, 172 automezzi per il trasporto disabili, 223 automezzi per il trasporto persone e di protezione civile.

Dal nostro corrispondente a Torino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore