/ Sport

Sport | 11 dicembre 2023, 14:32

Universiadi a Torino: Panza presenta la Fiamma del Sapere all'Europarlamento

L'evento a Strasburgo il 12 dicembre: é il simbolo della manifestazione in programma nel 2025

Universiadi a Torino: Panza presenta la Fiamma del Sapere all'Europarlamento

Dal 13 al 23 gennaio 2025 Torino e le montagne che la circondano ospiteranno la 32° edizione dei Giochi mondiali universitari invernali, i Fisu World University Winter Games, le Universiadi invernali Fisu, la versione invernale della massima rassegna universitaria sportiva, che nacque proprio sotto la Mole nel 1959 e che in questa edizione vedrà per la prima volta gli atleti paralimpici competere con gli altri.

Torino sta all’Universiade come Olimpia all’Olimpiade: il Cus Torino è infatti il depositario della Fiamma del Sapere, Fiamma che verrà simbolicamente presentata al Parlamento Europeo di Strasburgo martedì 12 dicembre, ospite dell’europarlamentare piemontese Alessandro Panza. All'accensione della fiamma seguirà l'inaugurazione di una mostra sui Giochi mondiali universitari invernali che durerà dall'11 al 14 dicembre, il prosieguo di un fitto programma anche culturale della manifestazione che accompagnerà nell’avvicinamento alla rassegna sportiva e culminerà proprio nelle date dal 13 al 23 gennaio 2025, in cui i migliori studenti - atleti si sfideranno per le medaglie sulla neve del Piemonte.

“Le Universiadi non sono solamente un evento sportivo, costituiranno un momento di visibilità importantissimo per il nostro Piemonte, offrendo una piattaforma eccezionale per giovani atleti – studenti e una vetrina straordinaria per la nostra regione, oltre a una considerevole opportunità di sensibilizzazione, visto che sarà la prima edizione senza barriere e con la possibilità per gli atleti paralimpici di competere con gli altri – dichiara l’europarlamentare Alessandro Panza -. È importantissimo promuovere azioni concrete di inclusione sociale e di sensibilizzazione, come questa edizione dei Giochi mondiali universitari invernali che prevede la partecipazione anche ai para-atleti con disabilità visive delle categorie Sitting e Standing nello sci alpino e nello sci di fondo” conclude Panza.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore