/ Sanità

Sanità | 30 novembre 2023, 18:09

Musa: una rivoluzione nella logistica sanitaria del Piemonte

Il progetto magazzino unico sanitario presentato a Caltignaga segna una svolta nella gestione integrata delle forniture mediche regionali

Musa: una rivoluzione nella logistica sanitaria del Piemonte

A Caltignaga è stato presentato il progetto di logistica integrata Musa (Magazzino Unico Sanitario), prima esperienza di logistica sanitaria interaziendale realizzata in Piemonte . Si tratta dell’organizzazione e gestione interaziendale di un magazzino - gestito dall' operatore di logistica, “Plurima” - che consente una gestione efficiente delle forniture di farmaci, dispositivi medici e materiale economale ad Asl e Ospedali.Il magazzino è stato costituito da 5 Aziende Sanitarie del Nord Est del Piemonte – Aic3: Asl Novara, Asl Vco, Asl Biella, Asl Vercelli, Aou Maggiore della Carità di Novara Musa è stato avviato il 20 febbraio 2023 con l’ingresso dell’Asl Novara capofila. Nel mese di settembre u.s. è seguito l’ingresso dell’Asl Verbano Cusio Ossola e dell' Asl di Biella.

Nei prossimi mesi è prevista l’entrata dell’Asl Vercelli e dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “Maggiore della Carità” di Novara.In futuro verrà introdotta una nuova tecnologia, un sistema di stoccaggio e prelievo automatizzato al fine di garantire ulteriore efficienza ai processi.Alla presentazione erano presenti: il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio; l’assessore della Regione Piemonte Ambiente, Energia, Innovazione, Ricerca e rapporti con Atenei Matteo Marnati; i direttori generali delle Aziende Sanitarie di Aic 3 oltre ad Angelo Penna (Novara), Chiara Serpieri ( VCO) Gianfranco Zulian (Maggiore) Mario Sanò (Biella) Gabriele Giarola (Vercelli) in rappresentanza di Eva Colombo ; l’amministratore delegato “Plurima”, Fabio Luppino; il sindaco di Caltignaga Piero Miglio, il presidente della Conferenza dei Sindaci di Asl Novara Alessandro Canelli e i sindaci della Rappresentanza: Sergio Bossi, Gianluca Godio, e Luciano Pigat.

Inoltre il professor Carlo Rafele del Politecnico di Torino che con Ires Piemonte (architetto Giovanna Perino) hanno supportato le aziende di Aic3 da un punto di vista metodologico e scientifico.Hanno illustrato nel dettaglio il funzionamento e organizzazione di Musa: il project manager logistica sanitaria “Plurima” Matteo Rebellato e la responsabile Farmacista del Musa di Asl Novara Elisabetta Fortina.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore