/ Territorio

Territorio | 21 novembre 2023, 08:30

Stelle Michelin? Da noi si mangia sempre bene

"Sono convinto, come dilettante gourmand, e come giornalista che da un paio d’anni racconta piatti, ristoranti e vini del territorio, che in Piemonte si mangi davvero bene, praticamente ovunque"

Stelle Michelin? Da noi si mangia sempre bene

Fa discutere, in queste settimane, la nuova classifica della Guida Michelin che assegna, tra l’ altro, due stelle allo chef Mammoliti di Serralunga d’ Alba e una stella verde all’agri-relais Coltivare di La Morra (meritatissime), ne toglie ad alcuni cuochi piemontesi e non premia altri locali che aspettavano l’ambito riconoscimento. 

Giusto? Sbagliato? Discutibile. Lo dicevano già i latini: “de gustibus non disputandum est”.

Certo, la Stella Michelin dà prestigio e porta clienti. Ma non è quella l’unica unità di misura per giudicare uno chef. A cominciare dal fatto che ci sono altre guide e tanti altri riconoscimenti: per la Michelin il Piemonte è al quarto posto fra le regioni italiane, per altre recensioni, la nostra è la regione dove si mangia meglio.

Sono convinto, come dilettante gourmand, e come giornalista che da un paio d’anni racconta piatti, ristoranti e vini del territorio, che in Piemonte si mangi davvero bene, praticamente ovunque. Il livello della nostra offerta enogastronomica è cresciuto, dall’osteria di paese, allo chef pluristellato.

Quel che manca ancora è un po’ di cura nei particolari. Ancora tovaglioli di carta, posaterie fuori luogo e fuori posto, scarsa conoscenza dell’abbinamento dei vini, menù presentati alla rinfusa… e potremmo continuare. Ma sono appunto particolari, che però fanno la differenza.

Infine, ancora una nota, un po’ polemica. 

E' incredibile e inaccettabile che Torino non abbia un due o tre stelle Michelin. Il capoluogo della Regione, che vanta di essere la capitale dell’enogastronomia, dagli Anni Settanta non ha più un ristorante pluristellato. E' un obiettivo prestigioso e, su questo, è fondamentale che intervengano e investano i privati, le fondazioni e le istituzioni.

Altrimenti è vero che si mangia bene quasi ovunque, ma senza stravaganze. Insomma, il nostro classico… esageruma nen

Così non ci sarà mai il salto di qualità. Alba e le Langhe lo insegnano a tutti.

Beppe Gandolfo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore