ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 27 maggio 2023, 19:41

Il sindaco di Novara sui migranti all'ex Colonia di Druogno: "Credo non se ne farà nulla"

Il presidente del Consorzio Case Vacanza dei Comuni Novaresi: "Se si fosse parlato di un Cas come Craveggia sarebbe stato un altro discorso, un hub non è sostenibile"

Il sindaco di Novara sui migranti all'ex Colonia di Druogno: "Credo non se ne farà nulla"

“La prefettura di Torino mi ha chiesto come presidente del Consorzio Case Vacanza dei Comuni Novaresi la possibilità di realizzare a Druogno un hub di scala regionale per l’accoglienza degli immigrati. Ho riunito il consiglio di amministrazione del Consorzio, una riunione a cui ha partecipato anche il sindaco di Druogno e ho raccolto il parere degli amministratori del territorio, che ho puntualmente riferito al Prefetto di Torino”.

Alessandro Canelli, sindaco di Novara e “azionista di maggioranza” del consorzio di enti locali che gestisce la ex colonia montana di Druogno, racconta la sua verità sul caso del centro di accoglienza per migranti che si ipotizza di realizzare nella struttura.

“Intanto bisogna sottolineare -spiega Canelli – che la struttura, al netto degli spazi ceduti a terzi, è vuota e inutilizzata da due anni. Abbiamo cercato di trovare un gestore esterno a cui affidarla, ma nessuno si è reso disponibile. Posso comprendere che la prefettura di Torino, che è alla ricerca di strutture disponibili da destinare all’accoglienza dei migranti, possa aver pensato a questa casa.”

“Non capisco – aggiunge - però perché il sindaco di Druogno se la prenda con me. Dovrebbe invece ringraziarmi. Concordo anch’io con le preoccupazioni sulle difficoltà di gestione di un centro di smistamento di quelle dimensioni in un piccolo centro. Diverso sarebbe stato se si fosse parlato di un Cas, magari di piccole dimensioni come quello che sempre in Valle Vigezzo opera a Craveggia. Ma un hub del genere a Druogno non è sostenibile”.

“Alla fine – conclude il sindaco di Novara – credo che non se ne farà nulla. Il prefetto di Torino mi ha ribadito che non hanno intenzione di creare queste strutture contro il parere degli enti locali. E non ho ragione di pensare che facciano diversamente”.

ECV

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore