/ Novara

Novara | 23 maggio 2023, 14:45

La Scacchistica Novarese rimane in serie A1

La Scacchistica Novarese rimane in serie A1

Altro week-end di soddisfazioni per la Scacchistica Novarese, che impegnata a Torino nel Campionato Italiano a Squadre di serie A1 2023, è riuscita con un po’ di sofferenza ma pieno merito a conservare il suo posto nella categoria. Inserita nel girone 1 (nord-ovest) con SS Torinese B, Famiglia Legnanese, Città di Varese, “Mimosa elite” Milano e “il Castelletto” Milano, la Scacchistica Novarese alla definizione del girone aveva sperato di poter disputare un torneo di medio-alta classifica; ma nelle settimane precedenti il Campionato, le due squadre milanesi hanno “chiamato rinforzi”, ingaggiando numerosi giocatori titolati con l’obbiettivo di raggiungere la promozione alla Master (la massima serie).

La “Mimosa elite” per esempio si è presentata a Torino con il Grande Maestro francese Anthony Kosten in prima scacchiera, ed una formazione con vari professionisti ed infine priva non solo di giocatori milanesi, ma persino di giocatori lombardi. La squadra de “il Castelletto” ha da parte sua risposto con il tesseramento del GM belga Igor Glek. Dinamiche non così sorprendenti se consideriamo che a Milano si sta sviluppando una forte competizione tra i numerosi circoli cittadini, e forse per loro diventa fondamentale cercare di emergere rispetto ai rivali con risultati concreti nel Campionato Italiano a Squadre. Ad ogni modo questo rende anche l’idea di quale sia oggi il livello del campionato di serie A1; si aggiunga che Varese aveva già invece “di suo” in squadra i Maestri Internazionali Emiliano Aranovitch e Renzo Mantovani… e il quadro per le rivali muta inevitabilmente.

La Scacchistica Novarese ha schierato, come di consueto e in linea con la propria “filosofia storica”, una squadra affiatata e interamente novarese; in ordine di scacchiera: il Maestro Vincenzo Montilli (capitano), il Maestro Marco Angelini, i Candidati Maestri Marco Brugo, Federico Floris e Marco Stefanetti. Ed è arrivata a Torino carica, ma con i piedi per terra, consapevole che il traguardo da raggiungere sarebbe stato quello del quarto posto, utile per la salvezza, passando prima di tutto dagli scontri diretti con la Scacchistica Torinese B e Legnano.

Il primo turno giocato venerdì’ 19 maggio, regalava già una bella soddisfazione: grazie in particolare alla vittoria di Montilli sul Maestro Internazionale Aranovitch, Novara imponeva il 2-2 a Varese; la corsa salvezza inizia con un punto di vantaggio! Le cose sembrano mettersi molto bene quando sabato mattina i nostri sconfiggono Legnano per 2,5-1,5 (vittoria di Stefanetti e tre patte), ma purtroppo nel pomeriggio arriva la doccia fredda con la sconfitta nel derby con la Torinese B (1,5-2,5) a rendere la strada per la salvezza molto più complicata.

A questo punto si rendeva necessario “fare il miracolo” contro le milanesi domenica, oppure sperare in una sconfitta dei torinesi con Legnano. A propiziare “il miracolo” ci ha pensato ancora un ispirato Montilli, mettendo a segno il colpo grosso vincendo con il GM Igor Glek! Nonostante la sconfitta in seconda scacchiera, i novaresi pattando in terza e quarta strappavano il 2-2 a “il Castelletto”, ipotecando la salvezza (ed in pratica eliminando gli avversari dalla corsa promozione). Per avere certezza della permanenza in A1 la Scacchistica Novarese aveva comunque ancora bisogno di realizzare almeno un punto individuale nella sfida più difficile, contro la “Mimosa elite”, la quale però risultava già certa della promozione in serie Master a seguito del pareggio dei concittadini contro i novaresi. Con gli avversari già appagati e non obbligati a giocarsela col coltello tra i denti, la Scacchistica Novarese controllava l’ultimo match con relativa tranquillità, garantendosi un altro 2-2 (patta anche di Montilli con il GM Kosten!) e assicurandosi il quarto posto finale! Forse scoraggiata dopo la vittoria di Montilli con Glek (vero e proprio giro di boa del campionato), la Scacchistica Torinese B ha perso l’ultimo incontro con Legnano, rendendo apparentemente superflui i due punti raccolti dalla Scacchistica Novarese contro le milanesi.

Ma per noi è certo più bello sentire la consapevolezza di aver raggiunto la salvezza con i nostri risultati, peraltro realizzando il 50% esatto dei punti, 5 su 10 di squadra e 10 su 20 individuali. Classifica finale CIS A1 girone 1: 1.“Mimosa elite” Milano 9 punti; 2.“il Castelletto” Milano 6 punti (11 individuali); 3.Città di Varese 6 punti (10,5 individuali); 4.Scacchistica Novarese 5 punti; 5.Famiglia Legnanese 2 punti (7 individuali); 6.SS Torinese B 2 punti (6 individuali). “Mimosa” Milano promossa in serie Master. Famiglia Legnanese e SS Torinese B retrocesse in A2.

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore