/ Calcio

Calcio | 29 aprile 2023, 09:03

Juniores, squalifiche da due a quattro anni per giocatori e staff del Trecate

Un bollettino di guerra, non di una partita di calcio. I novaresi erano in campo contro la Juventus Domo

Juniores, squalifiche da due a quattro anni per giocatori e staff del Trecate

Una gazzarra indecente. Un bollettino di guerra, non di una partita di calcio. Leggendo il comunicato del giudice sportivo con i provvedimenti inerenti il match del campionato Juniores tra Trecate e Juve Domo,  non si può non provare rabbia e impotenza.

Arbitrio aggredito da giocatori e dirigenti della squadra novarese, finito al pronto soccorso di Borgomanero con varie contusioni. E le squalifiche comminate dal giudice sportivo, che potete leggere integralmente qui sotto, sono il frutto di una aggressione che con lo sport non ha nulla a che fare. E che dimostrano come forse sia il caso di fermarsi un attimo, perché si è andati oltre.

I.F. E.
(TRECATE CALCIO)
Espulso al 19o del secondo tempo per aver tentato di aggredire un giocatore avversario; alla notifica del provvedimento rivolgeva all'arbitro pesanti insulti di vario tipo, omofobi e gravi minacce. Ritardava l'uscita dal campo. Con l'aggravante di essere il capitano della squadra. Al 21o del secondo tempo, partecipava alla grave aggressione fisica nei confronti del direttore di gara, unitamente ad altri compagni di squadra e dirigenti; in conseguenza di ciò l'arbitro fischiava la fine della gara, avendo subìto diversi colpi da più parti e particolarmente uno all'avambraccio destro, che gli procurava intenso dolore e veniva refertato dal P.S. di Borgomanero. Durante le predette concitate fasi, si distingueva per essere tra i più esagitati, aizzando la folla e continuando ad inseguire l'arbitro con minacce di morte.
Atteso il concretizzarsi dell'art. 35 c.4 del C.G.S. novellato nel C.U. 317/2023 pubblicato il 20/04/2023, non avendo il direttore di gara individuato il responsabile della lesione refertata, in applicazione dell'art. 5 c. 2 del C.G.S., il capitano della squadra risponde degli atti di violenza commessi da calciatori della propria squadra non individuati. SQUALIFICA FINO AL 30/ 5/2026

M. I. (TRECATE CALCIO)
Alla notifica dell'espulsione di un proprio compagno, abbandonava l'area di porta affrontando faccia a faccia l'arbitro, mettendogli le mani al collo e strappandogli la divisa. Contestualmente proferiva gravi minacce nei confronti dello stesso. Veniva pertanto espulso. Al 21° del secondo tempo partecipava alla grave aggressione fisica nei confronti del direttore di gara, unitamente ad altri compagni di squadra e dirigenti; in conseguenza di ciò, l'arbitro fischiava la fine della gara, avendo subìto diversi colpi da più parti e particolarmente uno all'avambraccio destro che gli procurava intenso dolore e veniva refertato dal pronto soccorso di Borgomanero. SQUALIFICA FINO AL 30/ 5/2025

B.E. (TRECATE CALCIO)
Espulso al 45° del primo tempo per comportamento irriguardoso ed offensivo nei confronti dell'arbitro, al 21o del secondo tempo partecipava alla grave aggressione fisica nei confronti del direttore di gara, unitamente ad altri compagni di squadra e dirigenti; in conseguenza di ciò l'arbitro fischiava la fine della gara, avendo subìto diversi colpi da più parti, particolarmente uno all'avambraccio destro, che gli procurava intenso dolore e veniva refertato dal pronto soccorso di Borgomanero.

G. E. (TRECATE CALCIO)
Espulso al 21° del secondo tempo per somma di ammonizioni.
Al 21o del secondo tempo partecipava alla grave aggressione fisica nei confronti del direttore di gara, unitamente ad altri compagni di squadra e dirigenti; in conseguenza di ciò, l'arbitro fischiava la fine della gara, avendo subìto diversi colpi da più parti e particolarmente uno all'avambraccio destro che gli procurava intenso dolore e veniva refertato dal pronto soccorso di Borgomanero.
SQUALIFICA FINO AL 30/ 4/2025

A. L. H. (TRECATE CALCIO)

Al 21° del secondo tempo, partecipava alla grave aggressione fisica nei confronti del direttore di gara, unitamente ad altri compagni di squadra e dirigenti; in conseguenza di ciò l'arbitro fischiava la fine della gara, avendo subìto diversi colpi da più parti e particolarmente uno all'avambraccio destro che gli procurava intenso dolore e veniva refertato dal pronto soccorso di Borgomanero.

C. F. (TRECATE CALCIO)
Al 21° del secondo tempo, partecipava alla grave aggressione fisica nei confronti del direttore di gara, unitamente ad altri compagni di squadra e dirigenti; in conseguenza di ciò, l'arbitro fischiava la fine della gara, avendo subìto diversi colpi da più parti e particolarmente uno all'avambraccio destro che gli procurava intenso dolore e veniva refertato dal pronto soccorso di Borgomanero.

C. L.G. A.
(TRECATE CALCIO)
Al 21° del secondo tempo, partecipava alla grave aggressione fisica nei confronti del direttore di gara, unitamente ad altri compagni di squadra e dirigenti; in conseguenza di ciò, l'arbitro fischiava la fine della gara, avendo subìto diversi colpi da più parti e particolarmente uno all'avambraccio destro che gli procurava intenso dolore e veniva refertato dal pronto soccorso di Borgomanero.

G. I.G. (TRECATE CALCIO)
Al 21° del secondo tempo, partecipava alla grave aggressione fisica nei confronti del direttore di gara, unitamente ad altri compagni di squadra e dirigenti; in conseguenza di ciò, l'arbitro fischiava la fine della gara, avendo subìto diversi colpi da più parti e particolarmente uno all'avambraccio destro che gli procurava intenso dolore e veniva refertato dal pronto soccorso di Borgomanero.

M. D. C. Y.
(TRECATE CALCIO)
Al 21° del secondo tempo, partecipava alla grave aggressione fisica nei confronti del direttore di gara, unitamente ad altri compagni di squadra e dirigenti; in conseguenza di ciò, l'arbitro fischiava la fine della gara, avendo subìto diversi colpi da più parti e particolarmente uno all'avambraccio destro che gli procurava intenso dolore e veniva refertato dal pronto soccorso di Borgomanero.

M. S. (TRECATE CALCIO)
Al 21° del secondo tempo, partecipava alla grave aggressione fisica nei confronti del direttore di gara, unitamente ad altri compagni di squadra e dirigenti; in conseguenza di ciò, l'arbitro fischiava la fine della gara, avendo subìto diversi colpi da più parti e particolarmente uno all'avambraccio destro che gli procurava intenso dolore e veniva refertato dal pronto soccorso di Borgomanero.

R. R. (TRECATE CALCIO)
Al 21° del secondo tempo, partecipava alla grave aggressione fisica nei confronti del direttore di gara, unitamente ad altri compagni di squadra e dirigenti; in conseguenza di ciò, l'arbitro fischiava la fine della gara, avendo subìto diversi colpi da più parti e particolarmente uno all'avambraccio destro che gli procurava intenso dolore e veniva refertato dal pronto soccorso di Borgomanero.

T. I.(TRECATE CALCIO)
Al 21° del secondo tempo, partecipava alla grave aggressione fisica nei confronti del direttore di gara, unitamente ad altri compagni di squadra e dirigenti; in conseguenza di ciò, l'arbitro fischiava la fine della gara, avendo subìto diversi colpi da più parti e particolarmente uno all'avambraccio destro che gli procurava intenso dolore e veniva refertato dal pronto soccorso di Borgomanero

Daniele Piovera

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore