/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 26 novembre 2022, 10:30

Una nuova opera d’arte al Museo Faraggiana grazie al Piano per l’Arte Contemporanea

L’istituzione Novarese ha fatto realizzare dall’artista Francesco Simeti un pannello ispirato agli esploratori Faraggiana, Ferrandi e Boggiani

Una nuova opera d’arte al Museo Faraggiana grazie al Piano per l’Arte Contemporanea

Grazie al Pac2020, promosso dal Ministero della Cultura, il Museo di storia naturale Faraggiana Ferrandi di Novara ha commissionato all'artista Francesco Simeti il progetto "Fresco Naturale. Sguardi contemporanei al Museo Faraggiana Ferrandi di Novara".

Si tratta di un'opera realizzata su PVC perforato e collocata a ridosso del muro di fondo del cortile del Museo che, ispirandosi ai viaggi degli esploratori Alessandro Faraggiana, Ugo Ferrandi e Guido Boggiani, vuol far riflettere sul rapporto tra uomo e ambiente e sull'importanza della biodiversità locale.

La Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura ha lanciato l’avviso pubblico PAC – Piano per l’Arte Contemporanea che destina 2 milioni d’euro per le proposte di acquisizione, produzione e valorizzazione di opere dell’arte e della creatività contemporanea anche internazionale, destinate a incrementare le collezioni pubbliche italiane.

Il PAC, istituito dall’art. 3 della Legge n.29/2001, è uno dei primi strumenti attraverso cui il Ministero arricchisce il patrimonio pubblico di arte contemporanea e, a partire da questa prima edizione, si estende a tutti gli ambiti di competenza della Direzione Generale Creatività Contemporanea, dall’arte all’architettura, dal design alla moda.

Per l’edizione del PAC 2020, la Direzione Generale Creatività Contemporanea collabora con la Direzione Generale Musei, per coinvolgere tutti i musei, istituti, luoghi della cultura pubblici, anche non specializzati nel settore dell’arte contemporanea, che tuttavia intendono estendere le proprie collezioni ai linguaggi del contemporaneo.

Obiettivi del bando pubblico sono il finanziamento di nuove acquisizioni, il sostegno delle committenze pubbliche di opere di artisti affermati, mid-career, emergenti anche site specific, al fine di arricchire in modo significativo le collezioni dei soggetti proponenti. Il PAC sostiene inoltre la valorizzazione delle opere d’arte contemporanea ricevute in donazione, nel corso degli ultimi tre anni. Le proposte, che possono essere presentate da tutti i musei e luoghi della cultura pubblici italiani (statali, regionali, provinciali, civici) dovranno dimostrare una linea di programmazione nel campo del contemporaneo.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore