/ Cronaca

Cronaca | 11 novembre 2022, 19:30

Assolto dopo dieci anni l’ex sindaco di Novara, Massimo Giordano

“Una sentenza – commenta Giordano – che dopo dieci anni mi rende giustizia. Ma aspettare tutto questo tempo è una barbarie, qualcosa che rasenta la tortura”

Assolto dopo dieci anni l’ex sindaco di Novara, Massimo Giordano

La Corte d’Appello di Torino ha assolto questa mattina con formula piena Massimo Giordano, uno dei principali leader della Lega in Piemonte, ex assessore alle attività produttive della Regione e per dieci anni sindaco di Novara, dalle accuse per presunti episodi di corruzione, concussione e abuso d’ufficio che secondo l’accusa sarebbero avvenuti tra il 2009 e il 2012 . Tre i filoni dell’indagine: uno riguardava un bar – all’epoca frequentato da Giordano e da gran parte del “ghota” leghista novarese – che l’allora sindaco avrebbe “protetto” da controlli e sanzioni; un secondo filone riguardava la nascita del quotidiano “Nord Ovest” che Giordano avrebbe favorito per ottenerne appoggi mediatici; il terzo la gestione di un bando regionale.

L’uomo politico era già stato assolto in primo grado dal tribunale di Novara: oggi la Corte d’Appello chiude la vicenda. L’udienza di questa mattina ha visto il difensore di Giordano, avvocato Fabrizio Cardinali, pronunciare una arringa di due ore. La corte ha poi deciso dopo una breve camera di consiglio, di circa mezz’ora.

“Una sentenza – commenta Giordano – che dopo dieci anni mi rende giustizia. Ma aspettare tutto questo tempo è una barbarie, qualcosa che rasenta la tortura. Io sono un uomo fortunato: ho tanti amici, una professione che mi dà soddisfazioni, ho la città schierata dalla mia parte. Ma ci sono tanti che non hanno la stessa fortuna e che possono rimanere schiacciati in un meccanismo terribile”.

L’assoluzione riapre per Giordano la possibilità di una attività politica a pieno titolo? 

“Non lo so, si vedrà. Ora voglio solo tornare a casa ad abbracciare mia figlia: quando questa storia è cominciata era una bambina, oggi ha 20 anni. E penso anche a mia moglie e a mio papà che non ci sono più.”

ECV

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore