/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 15 agosto 2022, 18:00

Supervisione per i servizi sociali e sociosanitari. UPO lancia il nuovo master MASSS

Il corso è tra le novità dell'anno accademico 2022-2023. Si potrà fare domanda di iscrizione fino al 22 novembre 2022

Supervisione per i servizi sociali e sociosanitari. UPO lancia il nuovo master MASSS

Nelle prossime settimane l'Università del Piemonte Orientale attiverà il nuovo master universitario di I livello in Supervisione per i servizi sociali e sociosanitari (MASSS). Il master farà parte dell'offerta formativa del Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze politiche, economiche e sociali (DIGSPES) per l'anno accademico 2022-23, si terrà ad Alessandria, a Palazzo Borsalino, e sarà patrocinato dal Consiglio Nazionale dell'Ordine degli assistenti sociali (CNOAS) e dall’Ordine degli assistenti sociali del Piemonte (CROAS).

Le domande di ammissione alla selezione per il nuovo master MASSS dovranno essere presentate entro il 22 novembre 2022, alle ore 12:00, in base alle istruzioni che saranno rese note nel mese di settembre 2022. Il Master sarà diretto da Elena Allegri, professoressa associata di Sociologia generale presso il DIGSPES.

L’approccio formativo proposto nel Master MASSS consentirà ai partecipanti di acquisire conoscenze, competenze e abilità di alto livello utili nell’esercizio delle funzioni di supervisore per i professionisti dei servizi sociali e sociosanitari.

«La pratica della supervisione — spiega la professoressa Allegri — richiede la presenza di un supervisore professionista esperto, in possesso di una formazione di alto livello ad hoc. All’interno di sistemi organizzativi complessi, la supervisione è cruciale per promuovere il buon funzionamento dei servizi, per offrire adeguate risposte alle domande dei cittadini e per sostenere il benessere dei professionisti.» 

«Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) — prosegue Elena Allegri — individua tra le linee prioritarie quella che concerne dispositivi che migliorino la qualità dell’intervento professionale; tra questi, la supervisione può essere considerata come il principale per un Servizio sociale professionale riconosciuto come servizio pubblico essenziale (LEPS, art. 1, co. 797 legge 178/2020).»

Il corso MASSS si sviluppa su quattro direttrici disciplinari: Fondamenti teorico-metodologici del processo formativo e di supervisione; Fondamenti teorico-metodologici del Servizio sociale; Ricerca e Servizio sociale; Supervisione.

Le attività didattiche del MASSS dureranno un anno, tra febbraio 2023 e febbraio 2024. Il Master prevede una quota di iscrizione complessiva di 3.500 Euro, da versare in due rate tra gennaio e giugno del 2023. Il Master prevede 1.500 ore suddivise tra lezioni e attività didattica (seminari, esercitazioni: 45 CFU) laboratori di simulazione (3 CFU), studio individuale, Project Work/Tesi (12 CFU) per conseguire 60 crediti formativi. Per conseguire il titolo bisognerà frequentare almeno il 75% delle attività didattiche e di laboratorio.

Potrà presentare domanda di ammissione al corso chi è in possesso di:

  • laurea triennale nella classe L-39 (Servizio Sociale);
  • laurea triennale nella classe 6 (Scienze del Servizio Sociale), DM 509/1999;
  • diploma universitario   in Servizio Sociale conseguito secondo l’ordinamento previgente al DM 509/1999;
  • laurea magistrale nella classe 87 (Servizio Sociale e Politiche Sociali);
  • laurea specialistica nella classe 57/S (Programmazione e Gestione delle Politiche e dei Servizi Sociali);
  • diploma universitario di assistente sociale valido ai fini dell’accesso ai corsi di laurea specialistica, ai master e agli altri corsi di formazione post-base, ai sensi della vigente normativa (L. 3/2003, Art. 22).
  • Coloro che hanno conseguito un titolo equivalente conseguito sulla base dei previgenti ordinamenti.

Tutte le informazioni relative al master MASSS verranno pubblicate nel mese di settembre 2022 nella sezione Master del sito www.uniupo.it

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore