/ Attualità

Attualità | 18 luglio 2022, 16:57

A Casa Bossi una serata dedicata a Hikikimori e cyberbullismo

Oltre alle istituzioni locali hanno partecipato anche una dirigente dell'ufficio scolastico regionale e uno psicologo

A Casa Bossi una serata dedicata a Hikikimori e cyberbullismo

Hikikimori e cyberbullismo sono stati i temi toccati, nella serata del 15 luglio, durante il talk pre-spettacolo organizzato da Cabiria Teatro nel cortile di Casa Bossi.

"Un momento di confronto tra Istituzioni, con la presenza fondamentale di una dirigente dell'ufficio scolastico regionale e uno psicologo, nell'ambito del quale - riferisce il consigliere delegato all'istruzione della Provincia di Novara Andrea Crivelli, che ha per l'occasione rappresentato l'Ente - sono state toccate tematiche importanti che riguardano i giovani: quello degli "hikikomori" è un fenomeno quasi sconosciuto in Italia e riguarda ragazzi che scelgono di ritirarsi dalla vita sociale, lasciando la scuola, rifugiandosi spesso nel mondo virtuale, sempre chiusi nella loro stanza e arrivando in casi estremi anche a togliersi la vita. Si tratta di un problema in forte crescita numerica e che in Italia riguarda più di 100.000 giovani, al quale tutto il personale scolastico deve prestare attenzione, perché i segnali d'allarme possono essere facilmente scambiati per normali fasi dell'adolescenza. Lo spettacolo "Sono solo nella mia stanza" degli Eco di Fondo ha poi messo in scena proprio la vicenda di due gamer che si parlano solo nella virtualità del gioco, chiuso ciascuno nella propria stanza: con un terzo amico "scomparso", che temono possa essere un giovane suicida di cui parlano i media".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore