/ Attualità

Attualità | 28 dicembre 2021, 19:33

Tragedia del Mottarone, a Report parla anche Luigi Nerini

“Se ci fossero state delle manutenzioni da fare erano già pagate, perché io versavo 150.000 euro all’anno alla Leitner, contratto Casco"

Tragedia del Mottarone, a Report parla anche Luigi Nerini

“Io personalmente ero tranquilllo, perché avevo due professionisti che mi seguivano la parte tecnica e una ditta leader mondiale: più tranquillo di così”.

Tra i momenti più rilevanti del servizio di Walter Molino, andato in onda ieri sera durante la puntata di Report su Raitre e dedicato alla tragedia della funivia del Mottarone, c’è l’intervista a Luigi Nerini, titolare della società “Ferrovie del Mottarone”, concessionario della Funivia.

Nerini, che era stato fermato il 25 maggio insieme al caposervizio Gabriele Tadini e al direttore d’esercizio Enrico Perrocchio, e che poi il 29 maggio era stato rimesso in libertà dopo l’udienza di convalida, non aveva mai rilasciato interviste fino ad ora. Anche se il contenuto delle dichiarazioni rilasciate a Report coincide con quanto è stato possibile leggere nelle carte processuali, ed in particolare nei verbali degli interrogatori.

Parlando con il giornalista di Report, Nerini, per esempio, per confutare la tesi della Procura secondo la quale il continuare a far funzionare la funvia con i forchettoni inseriti sarebbe stata una scelta dovuta alla sua avidità e alla volontò di non spendere denaro per le manutenzioni. Circostanza che Nerini nega: “Se ci fossero state delle manutenzioni da fare – dice al giornalista di Report – erano già pagate, perché io versavo 150.000 euro all’anno alla Leitner, contratto Casco. Cioè se c’era da cambiare un bullone loro dovevano intervenire in otto ore”.

ECV

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore