/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 10 giugno 2021, 18:02

Premiate le scuole che hanno partecipato al concorso ‘PretenDiamo Legalità’

Binatti: “ La formazione degli alunni è stata curata negli scorsi mesi dal personale della Polizia di Stato”

Premiate le scuole che hanno partecipato al concorso ‘PretenDiamo Legalità’

Il presidente della Provincia di Novara Federico Binatti ha partecipato, ieri mattina alla premiazione dell'annuale concorso ‘PretenDiamo Legalità’ organizzato per il quarto anno consecutivo dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell'Interno, d’intesa con il Ministero dell'Istruzione, e diretto agli alunni della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di primo e secondo grado. All’iniziativa cura dalla Questura Di Novara hanno aderito complessivamente 19 scuole del territorio per un totale di 119 classi, circa 2.380 alunni e circa 240 docenti.

Per le Scuole primarie hanno partecipato 4 Istituti comprensivi, 5 scuole, 9 classi, circa 180 alunni e circa 20 docenti. Per le scuole secondarie di primo grado 9 Istituti comprensivi, 10 scuole, 75 classi, circa 1.500 alunni e circa 150 docenti. Per le Scuole secondarie di secondo grado 4 Istituti, 35 classi, circa 700 alunni e circa 70 docenti .

La formazione degli alunni - spiega il presidente - è stata curata negli scorsi mesi dal personale della Polizia di Stato, che ringrazio personalmente per il grande lavoro svolto nell'educazione alla legalità, un'occasione di crescita nei valori etici per bambini e ragazzi e un investimento per il futuro della nostra società”.

La scelta degli argomenti proposti ha privilegiato temi di attualità vicini alla locale realtà territoriale, passando dal rispetto delle regole, al senso di responsabilità, a problematiche come il bullismo e il cyberbullismo, che sono stati armonizzati da un comune filo conduttore, attraverso un’esposizione rispettosa delle differenze di età degli alunni presenti ad ogni incontro, affinché i contenuti risultassero adeguati e facilmente fruibili. Gli alunni coinvolti hanno avuto la possibilità di partecipare al concorso nazionale allo stesso abbinato attraverso la realizzazione di elaborati di testo, arti figurative, fumetti, video o spot, anche ispirati alla figura del testimonial dell’evento, Commissario Mascherpa, personaggio dei fumetti edito dalla rivista ufficiale "Polizia Moderna”. Gli elaborati, oggetto di una preselezione da parte di una Commissione provinciale presieduta dal Questore di Novara Rosanna Lavezzaro con la partecipazione del presidente Binatti, del giornalista Massimo Delzoppo e del referente del progetto per la Polizia di Stato Sovrintendente capo Roberto Musco, sono stati tutti particolarmente apprezzati per la qualità degli stessi e per la diversità delle tematiche trattate, dei valori espressi, delle sensibilità e delle emozioni trasmesse.

La Commissione ha selezionato tre elaborati per le scuole Primarie e tre per le Scuole secondarie. La cerimonia ha visto premiati gli alunni delle scuole primarie "De Amicis" di Dormelletto, I.C. "Eugenio Montale" Scuola Polo Rete Senza Zaino di Invorio, Trecate Scuola Elementare Gianni Rodari e della Scuola secondaria di primo grado Scuola Media Alessandro Manzoni Lesa.

Per la Scuola primaria I classificato “L’albero del Cittadino” in polistirolo con i richiami a La Costituzione Italiana realizzato da tutti gli alunni delle classi IV e V della scuola primaria "De Amicis" di Dormelletto, II classificato disegno “Se il salto di specie vuoi evitare la natura impara a rispettare” realizzato dagli alunni della V A della “Polo senza Zaino” di Invorio Nicolò De Giorgi, Emmanuel Kaluba, Lucilla Lanzini, Viola Menotti e Ginevra Camilletti, III classificato gagliardetto “Stop al bullismo e al cyberbullismo”realizzato da Edoardo Greco della V B della "Rodari" di Trecate. Per la Scuola secondaria di primo grado I classificato il video “Come siamo dentro e fuori dalla rete” realizzato da Licia Zema della II B della "Manzoni" di Lesa, II classificato il video “Il bambino di colore” realizzato da Anna De Giorgis della II B "Manzoni" di Lesa e III il video “Quando i diritti delle donne sono sotto attacco, noi reagiamo” di Sofia Zappa della II B della "Manzoni" di Lesa.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore