/ Politica

Politica | 10 aprile 2021, 11:00

Borghi: ''Sul Copasir si scaricano le tensioni della destra''

Il parlamentare ossolano, membro del comitato di sicurezza, interviene sul braccio di ferro tra Lega e FdI sulla presidenza

Borghi: ''Sul Copasir si scaricano le tensioni della destra''

Prosegue la vergognosa lite sulla presidenza del Copasir, lite  in corso in queste ore tra i partiti. Una ‘guerra’ per la poltrona da presidente del Comitato parlamentare per la Sicurezza, comitato di cui fa parte anche l’ossolano Enrico Borghi  come esponente del Pd.  

Mentre Fratelli d’Italia e Lega litigano per la presidenza oggi affidata a Raffaele Volpi (Lega), il parlamentare Borghi non rinuncia ad evidenziare ‘’come sul Copasir si scarichino le tensioni della destra’’. L’esponente del Pd rimarca come ‘’noi siamo per il rispetto della norma che stabilisce che la presidenza spetti all’opposizione, ma vincolando la scelta a una soluzione pattizia, ovvero che il presidente venga eletto a maggioranza degli aventi diritto’’.

Mentre il  braccio di ferro tra Lega e FdI però non accenna a diminuire ma Borghi dice:  ‘’La legge va rispettata, un diritto non può dipendere da valutazioni politiche. E la matassa va sbrogliata solo politicamente perché i presidenti delle Camera non hanno i poteri per dimissionare il presidente leghista’’.

I rischi?

‘’Gettare nel tritacarne della politique politici enne una istituzione delicata come il Copasir, mentre i nostri uomini nel mondo sono impegnati a tutelare  la sicurezza del paese’’

Renato Balducci

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore