/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 14 febbraio 2021, 13:00

Neppure il Covid ferma la crescita del gorgonzola DOP

Neppure il Covid ferma la crescita del gorgonzola DOP

Neppure il Covid è riuscito a interrompere la “cavalcata” senza sosta che il Gorgonzola Dop sta conducendo da 12 anni: un aumento della produzione in crescendo, senza interruzione.

Nel 2020 la produzione di Gorgonzola Dop è stata di oltre  5 miloni e 100mila forme, con un aumento dell’1,49% (oltre 74.600 forme) rispetto al 2019 e del 5,18% (pari a 251mila forme) rispetto al 2018. Il primo mese dello scorso anno ha fatto registrare la produzione massima mensile (poco più di 492.000 forme) degli ultimi 5 anni.
Oltre due terzi della produzione si è concentrata in Piemonte, il restante nelle province lombarde. Sempre nel 2020 le forme destinate all’estero sono state 1milione 603mila anche in questo caso con un aumento (+2,85%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

“Non era così scontato, nell’anno contrassegnato dallo scoppio della pandemia, riuscire a mantenere il segno positivo nella produzione e nelle esportazioni. Seppur con aumenti più contenuti, la produzione di Gorgonzola Dop si è mantenuta ben al di sopra del tetto dei 5 milioni di forme, raggiunto per la prima volta nel 2019” commenta il presidente del Consorzio Gorgonzola, Antonio Auricchio. L’Unione Europea si conferma il principale mercato fuori dei confini nazionali avendo assorbito oltre l’85% della quota destinata all’export, con la Germania primo paese importatore, seguita dalla Francia, dalla Spagna  e dai Paesi Bassi. Primo paese extra UE si conferma il Giappone, seguito da Australia e Stati Uniti

ECV

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore