/ Cronaca

Cronaca | 30 ottobre 2020, 14:00

“Ci rialzeremo, ma ora... #siamoaterra”, l'appello al Governo di bar e ristoranti di Novara e Vco

I rappresentanti di categoria hanno manifestato pacificamente ieri sera a Novara e a Domodossola

“Ci rialzeremo, ma ora... #siamoaterra”, l'appello al Governo di bar e ristoranti di Novara e Vco

#siamoaterra è la campagna nazionale che si muove tra i social e le piazze promossa dalla Federazione Italiana Pubblici Esercizi, per protestare contro il giro di vite imposto agli orari d'apertura delle attività. Anche Fipe Confcommercio Alto Piemonte ha pubblicato nelle scorse ore sulla sua pagina facebook (https://www.facebook.com/confcommercioaltopiemonte/) le fotografie di titolari e dipendenti di bar e ristoranti di Novara e Vco costretti a chiudere anticipatamente dalle disposizioni dell'ultimo Dpcm firmato domenica dal presidente del consiglio Conte.

Inoltre dopo la manifestazione di Omegna di mercoledì, come nelle altre piazze italiane nella giornata di ieri a Novara e Domodossola i rappresentanti di categoria si sono ritrovati per contestare pacificamente le misure governative, giudicate troppo restrittive. Un provvedimento che colpisce le attività nonostante l'adeguamento dei mesi scorsi alle disposizioni anti contagio. I manifestanti chiedono all'esecutivo Conte di estendere l'orario di apertura e tempi rapidi per gli aiuti promessi dal Governo.

Nella città gaudenziana in piazza Martiri erano presenti Mattia Tosi e Francesco Liguori, rappresentanti Fipe Novara. Anche il sindaco Alessandro Canelli e l’assessore al Commercio Elisabetta Franzoni hanno voluto manifestare solidarietà con la loro presenza. Nel capoluogo ossolano in piazza Rovereto ha partecipato anche Massimo Sartoretti, presidente Ascom Vco e Fipe Alto Piemonte.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore