/ Cronaca

Cronaca | 28 luglio 2020, 14:25

Cade in un crepaccio sul Monte Rosa, dodicenne trasportato al Regina Margherita dal Soccorso Alpino

Sono in corso gli accertamenti sull'accaduto

Cade in un crepaccio sul Monte Rosa, dodicenne trasportato al Regina Margherita dal Soccorso Alpino

È residente nel vercellese il ragazzino 12enne che, nella giornata di lunedì, è precipitato per 30 metri in un crepaccio nella zona del Rifugio Gnifetti, a oltre 3.600 metri, sul massiccio del Monte Rosa.

A dare l’allarme, intorno alle 13, una guida alpina francese che, vedendo qualcuno cadere, ha allertato la centrale operativa del Soccorso alpino valdostano. Grazie alle informazioni ricevute, i soccorritori sono riusciti a intervenire tempestivamente: il ragazzino, precipitato probabilmente a causa del cedimento di un ponte di neve,  era finito su un altro cumulo, una trentina di metri più in basso. Fortunatamente, la neve ha retto il peso, fermando la caduta. All'arrivo dei soccorritori, altri alpinisti e guide, presenti nella zona, erano già impegnati nelle operazioni per il recupero del ragazzino che, al momento della caduta, sarebbe stato solo.

Assicurato e riportato in superficie, il bambino è stato poi ricoverato al «Regina Margherita» di Torino dove è stato ricoverato, cosciente, per i politraumi subiti nella caduta: la prognosi, per lui, è 40 giorni.

Secondo quanto emerso nel corso delle prime verifiche, il giovane sarebbe stato impegnato in un'escursione insieme ad alcuni amici di famiglia, ma, per motivi da chiarire, al momento dell'incidente, era solo e non era assicurato in cordata. Sulla vicenda sono in corso accertamenti.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore