/ Cronaca

Cronaca | 23 giugno 2020, 15:13

7 indagati e quasi 3 mila persone identificate: i numeri del bilancio settimanale della Polizia nelle stazioni e sui treni del Piemonte

Due persone denunciate nel novarese

7 indagati e quasi 3 mila persone identificate: i numeri del bilancio settimanale della Polizia nelle stazioni e sui treni del Piemonte

7 persone indagate e 2.997 identificate, di cui 863 stranieri, 146 minori e 681 con precedenti di Polizia. 34 veicoli controllati, 274 pattuglie impiegate in stazione e 11 i servizi antiborseggio in abiti civili per contrastare i furti in danno dei viaggiatori. 29 i servizi lungo linea e 33 di Ordine Pubblico. Questi i risultati dell’attività settimanale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta. 

In particolare, a Torino una trentaseienne italiana è stata denunciata dagli Operatori della Squadra di Polizia Giudiziaria per il reato di evasione. La donna è stata rintracciata, in stazione, dopo che si era allontanata, arbitrariamente, dalla propria residenza pur essendo sottoposta alla misura alternativa della detenzione domiciliare per il reato di truffa in concorso.

Nella Provincia di Novara, un trentasettenne keniano è stato denunciato per inottemperanza delle norme sugli stranieri, poiché durante un controllo di polizia ometteva di esibire, senza giustificato motivo, il proprio permesso di soggiorno pur essendone titolare.

Sempre a Novara, è stato denunciato un ventiduenne italiano che si è reso responsabile dei reati di minaccia e violenza a Pubblico Ufficiale. Il giovane, che si trovava a bordo di un convoglio diretto a Milano C.le privo di titolo di viaggio, alla richiesta da parte del capo treno di esibire un documento di identità valido, si è rivolto allo stesso con fare minaccioso e ha pronunciato frasi intimidatorie nei suoi confronti.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore