/ Cronaca

Cronaca | 20 maggio 2020, 16:15

Reddito di cittadinanza alla 'ndrangheta, l'operazione tocca anche il Vco

“Mala civitas”, scattata in queste ore, è condotta dalla Guardia di Finanza di Reggio Calabria

Reddito di cittadinanza alla 'ndrangheta, l'operazione tocca anche il Vco

Più di 101 boss e gregari delle principali cosche calabresi hanno richiesto e riscosso il reddito di cittadinanza. Tutti quanti sono stati denunciati e i loro casi segnalati alle procure di Reggio Calabria, Locri, Palmi, Vibo Valentia e anche a quella di Verbania.

Lo riportano alcuni giornali quotidiani che parlano dell’operazione “Mala civitas” scattata in queste ore e condotta dalla Guardia di Finanza di Reggio Calabria. Denunciati i richiedenti e i fruitori.

Toccherà ora all'Inps avviare le procedure di recupero degli oltre 516mila euro di sussidi indebitamente erogati, o quello che ne rimane sulle card. Per il resto, saranno necessari i sequestri. È stata bloccata l'erogazione degli altri 400mila euro che i boss "falsi indigenti" avrebbero dovuto ricevere.



“Nella rete dei finanzieri – scrive il sito di Repubblica - sono finiti elementi di spicco delle cosche di Gioia Tauro o delle 'ndrine reggine dei Tegano e Serraino ma anche capibastone della Locride appartenenti ai Commisso-Rumbo-Figliomeni di Siderno, Cordì di Locri, Manno-Maiolo di Caulonia e D'Agostino di Canolo’’

Renato Balducci

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore