/ Regione

Regione | 03 marzo 2020, 18:57

Coronavirus, aumentano i casi in Piemonte: "Creato a Tortona un Covid-19 Hospital"

Sono 61 i casi riscontrati in Piemonte, entro domenica ci si aspetta un incremento delle persone positive: rimodulati i posti della rianimazione in tutta la Regione

Coronavirus, aumentano i casi in Piemonte: "Creato a Tortona un Covid-19 Hospital"

"Ci aspettiamo un incremento dei casi, il Piemonte è una coda della Lombardia: le previsioni fino a domenica sono tutte in aumento". Non inducono all'ottimismo le parole di Luigi Icardi, assessore alla Sanità della Regione, sul Coronavirus.

I numeri, d'altra parte, sono in aumento. "Abbiamo 61 casi positivi in Piemonte, 14 ricoverati nelle malattie infettive, 5 in terapia intensiva e rianimazione e uno in Ecmo, il caso più grave. Ne abbiamo altri 6 da prendere in Liguria, sono a Finale, in isolamento domiciliare fiduciario" è il bilancio delineato dall'assessore.

Per questo motivo, la Regione Piemonte ha rimodulato l'intera rete ospedaliera, con il chiaro obiettivo di creare nuovi posti destinati alla rianimazione. "Oggi abbiamo predisposto tutta la rete ospedaliera, con i letti di rianimazione, per fronteggiare numeri superiori a quelli attuali. Come ci chiede il ministero, abbiamo identificato un ospedale Covid-19 Hospital, dedicato interamente ai malati di Coronavirus. Abbiamo dedicato 64 posti in terapia intensiva al Coronavirus, più 88 in pre e post acuzie. Siamo sovradimensionati per questo fase, abbiamo attrezzature e letti per poterlo fare".

Di fatto, l'ospedale di Tortona potrà contare su 21 posti di rianimazione e 20 degenti. Gli altri presidi piemontesi sono stati così modulati

Nel dettaglio all'ospedale Carle di Cuneo sono stati creati 32 letti per malati infettivi e 5 di rianimazione. A Vercelli invece ne sono stati aggiunti 12 di rianimazione e 11 di malattie infettive a quelli già presenti. Al San Luigi di Orbassano è stata chiusa la rianimazione agli accessi non Covid, con nuovi posti letti interamente dedicati ai malati di Coronavirus. Capitolo Asti: per far fronte al virus, i posti di rianimazione sono diventati 17, con 16 dedicati alle malattie infettive. Il sistema sanitario piemontese si prepara così alla gestione di un picco di casi di Coronavirus.

Redazione Torino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore