/ Novara

Novara | 03 giugno 2019, 16:19

Domenico Rossi possibile capogruppo del Pd in regione

Domenico Rossi possibile capogruppo del Pd in regione

Mentre continua il lavorio di Alberto Cirio per comporre il puzzle della nuova giunta regionale – una tessitura non facilissima, che difficilmente sarà completata prima di domenica prossima con la conclusione dei ballottaggi – anche dalle parti del Pd, che rappresenta a Palazzo Lascaris la principale forza di opposizione, si mettono a punto gli organigrammi per affrontare una nuova “traversata del deserto”, con il ritorno in minoranza.
Una prima valutazione del risultato e una prima riflessione sui ruoli e sull’assetto del nuovo gruppo consiliare è già fissato dopodomani, quando il nuovo gruppo dem si inconterrà con il segretario regionale Paolo Furia.
È in questa sede che si cominceranno a scoprire le carte in vista dell’assegnazione, soprattutto, dell’ambita poltrona di capogruppo, forse la più importante, certamente quasi l’unica che garantisce qualche visibilità ai consiglieri di opposizione. Per questo ruolo potrebbe avere qualche chance l’unico consigliere Dem eletto in provincia di Novara, quel Domenico Rossi che nella seconda metà della scorsa legislatura ha rivestito il ruolo di presidente della commissione sanità. Rossi, che è uno degli uscenti è anche l’unico rappresentante del quadrante del Piemonte nord, da anni “fianco debole” del Pd regionale, che anche in occasione delle elezioni del 26 maggio ha rappresentato il più rilevante terreno di conquista per Cirio. Già in tutta la fase preparatoria delle liste elettorali i segretari delle federazioni Pd di questa area territoriale avevano rivendicato più ruolo più peso negli equilibri interni al partito. Richieste peraltro rimaste in gran parte inevase. Un riconoscimento per Rossi potrebbe andare incontro a questa esigenza.
Ma la strada è ancora lunga, la concorrenza è agguerritissima e il percorso non poco accidentato. E anche i tempi non saranno rapidissimi: gli esperti delle alchimie regolamentari della Regione ipotizzano che la prima seduta del Consiglio Regionale potrebbe essere fissata nella prima settimana di luglio. Un mese per Mimmo Rossi per costruire un nuovo ruolo da capo dell’opposizione.

E.C.V.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore