/ Regione

Che tempo fa

Cerca nel web

Regione | 04 dicembre 2019, 15:00

Sono stati nominati quest’oggi i Garanti regionali per l’infanzia e dei detenuti

Confermato Mellano garante dei detenuti e Ylenia Serra ai minori

Sono stati nominati quest’oggi i Garanti regionali per l’infanzia e dei detenuti

“Per quanto riguarda il Garante per i Diritti per l'Infanzia e l’Adolescenza la nomina è stata assegnata ad una giovane avvocatessa torinese, Ylenia Serra, - dice Alberto Preioni, presidente del gruppo Consigliare Lega Salvini Piemonte – un’avvocatessa specializzata in diritto per la famiglia e diritto minorile con esperienza in materia di promozione e sensibilizzazione su questi delicati argomenti. Il suo ruolo consiste nel rappresentare i diritti e gli interessi dell'infanzia e dell'adolescenza presso tutte le sedi istituzionali regionali e vigila sui fenomeni di esclusione sociale, di discriminazione dei bambini e degli adolescenti, con il compito di ricevere segnalazioni legate al tema dei minori e l'obbligo di segnalare alle competenti amministrazioni pubbliche fattori di rischio o di danno derivanti a bambini e ragazzi a causa di situazioni ambientali carenti o inadeguate dal punto di vista igienico-sanitario, abitativo e urbanistico.

E' una riconferma invece la nomina di Bruno Mellano a Garante regionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale, l’organismo di monitoraggio indipendente che contribuisce a garantire i diritti delle persone detenute per il loro recupero e il reinserimento nella società.

Come Lega auspichiamo che vengano tutelati, oltre ai detenuti, anche i lavoratori all’interno delle carceri. Gli episodi di violenza ai danni delle guardie carcerarie sono all’ordine del giorno, chiediamo pertanto una maggiore attenzione e garanzie sul piano della sicurezza di questi lavoratori”.

Così in una nota il Presidente Gruppo Lega Salvini Piemonte, Alberto Preioni.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore