/ Ambiente

Ambiente | 16 febbraio 2023, 17:00

"Piano regionale attività estrattive: strumento per il territorio o imposizione ideologica?" Le riflessioni di "Salviamo il Paesaggio"

Associazioni e Movimenti chiedono rettifica alla Regione Piemonte per evitare sia impedito il diritto d’espressione

"Piano regionale attività estrattive: strumento per il territorio o imposizione ideologica?" Le riflessioni di "Salviamo il Paesaggio"

Un gruppo di organizzazioni civiche piemontesi ha inviato oggi un messaggio congiunto alla Regione per richiedere un urgente intervento correttivo al documento che lo stesso Ente ha sottoposto all’attenzione di tutta la cittadinanza all’interno del processo partecipativo che intende disciplinare le attività estrattive in materia di cave.

Trattandosi di un intervento tecnico, le organizzazioni ritengono che alcune preliminari affermazioni contenute nel documento rischino di invalidare qualunque analisi e proposta alternativa da parte dei soggetti per altro invitati a suggerire modifiche e miglioramenti alla bozza di Piano presentata, suonando come una sorta di delegittimazione e pregiudizio nei confronti di chi dovesse esprimere visioni differenti, che per le tematiche cui si riferisce e il contesto ambientale dei nostri giorni appare di particolare delicatezza e dovrebbe invece indurre a un sereno percorso di partecipazione civica, il più esteso possibile.

La Regione Piemonte è competente per il rilascio delle autorizzazioni per le cave ubicate in aree protette, relative aree contigue o in zone naturali di salvaguardia  nonché per quelle finalizzate alla realizzazione di opere pubbliche

In allegato il testo integrale della richiesta.

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore