Novara - 11 marzo 2024, 12:02

⁠Il caso dei parcheggi per i dipendenti dell'ospedale diventa politico

⁠Il caso dei parcheggi per i dipendenti dell'ospedale diventa politico

Sulla questione dei parcheggi per i dipendenti dell’Ospedale Maggiore, Fratelli d’Italia “scappa” avanti, l’assessore alla mobilità si arrabbia e il sindaco prova a offrire una soluzione praticabile e di buon senso. Nata come problema organizzativo, sollevata con diverse sfumature dalle diverse sigle sindacali, la vicenda degli spazi di sosta per il personale ospedaliero si sta trasformando, complice forse il clima pre elettorale, in un fatto politico.

Il primo a uscire allo scoperto, è stato il partito di Fratelli d’Italia, con una nota dell’ufficio stampa diffusa nel pomeriggio di venerdì, tramite la quale il senatore Nastri fa sapere che “mercoledì scorso, insieme al Vice Sindaco di Novara, Marina Chiarelli, e al Segretario della CISL FP Piemonte Orientale Mario Cannizzaro, ho incontrato la Direzione Generale del Maggiore di Novara, per trovare una soluzione a questo problema”.

“Durante il colloquio – spiega Nastri - abbiamo proposto ai vertici dell’Azienda Ospedaliera di recuperare parcheggi dedicati in Viale Verdi, Viale delle Carrozze e in zona Allea e di dotarli di telecamere e di una adeguata illuminazione di sicurezza, di favorire l’ingresso nel parcheggio interno alla turnazione pomeridiana dei dipendenti oppure di limitarlo, ove i posti fossero ancora limitati, alle sole donne per evitare di incorrere in situazioni di pericolo”. “Per noi – conclude Nastri - trovare una soluzione per i medici ed il personale sanitario del Maggiore è una priorità”.

L’uscita a sorpresa di FdI in accoppiata con uno dei sindacati non è passata inosservata. Anzi, non sono pochi gli esponenti politici di maggioranza e di opposizione, che, off the records, manifestano perplessità per quella che senza mezzi termini viene definita “una fuga in avanti”.

A palesare il proprio disappunto, con un post apparentemente criptico sul proprio profilo Facebook, è l’assessore leghista alla mobilità del Comune, Raffaele Lanzo, che sabato mattina scrive “La solita propaganda senza aver osso dito dopo che altri lavorano sotto traccia da settimane”. Il riferimento non è esplicito, ma le concomitanze e la tempistiche lasciano spazio a pochi dubbi.

A chiudere il cerchio e a cercare di spegnere sul nascere possibili polemiche, si è mosso il sindaco Alessandro Canelli. “Oggi (lunedì– ndr) incontrerò tutti i sindacati dei dipendenti dell’ospedale e la direzione del “Maggiore”. A loro proporrò una soluzione immediatamente fattibile e credo di buon senso, che raccoglie alcuni suggerimenti arrivati proprio dalle organizzazioni sindacali e con la quale sono convinto di poter arrivare ad un risultato accettabile per tutti”.

Per ora Canelli non rivela nessun dettaglio in più: “condivideremo le proposte nella riunione di lunedì”, conclude.

ECV

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
SU