Sanità - 04 aprile 2024, 17:59

Completata la nuova area di Terapia Intensiva dell'ospedale di Borgomanero

Aree di Anestesia, Rianimazione e di Semintensiva della Medicina d’Accettazione e d’Urgenza dell’ospedale S.S. Trinità di Borgomanero

Completata la nuova area di Terapia Intensiva dell'ospedale di Borgomanero

Giovedì 4 aprile si è tenuta, presso l’ospedale S.S. Trinità di Borgomanero, la cerimonia di inaugurazione della nuova area di Terapia Intensiva della Struttura Complessa Anestesia e Rianimazione e della nuova area di Semintensiva della Struttura Complessa Medicina Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza del nosocomio borgomanerese.

I lavori di ampliamento – avviati nel mese di novembre 2022 - dei Reparti Anestesia e Rianimazione e Medicina e Chirurgia e d’Accettazione e d’Urgenza del Presidio Ospedaliero di Borgomanero dell’Asl Novara con la realizzazione di ulteriori 4 posti letto di Terapia Intensiva (che si aggiungono ai 6 posti letto già realizzati) e di 4 posti letto di terapia sub-intensiva per il DEA/ Pronto Soccorso incrementano la capacità ricettiva dell’ospedale di Borgomanero.

I lavori sono stati effettuati in ottemperanza del Decreto Legge 34/2020 di riorganizzazione della rete ospedaliera al fine di affrontare e contrastare la pandemia da Sars-Cov2.L'importo complessivo dei lavori ammonta a € 2.018.034,62 (da D.L. 34/2020 - Piano di riorganizzazione della rete Ospedaliera) di cui € 970.000,00 con fondi propri.L'intervento, per una superficie complessiva di circa 700 mq, è suddiviso su 2 piani di cui :piano terra ampliamento del DEA pari a circa 350 mq nei quali saranno ricavati 4 p.l. di terapia Semintensiva ed altri 6 pl di DEA oltre ai vari locali accessori;piano primo: ampliamento della Rianimazione anch’esso pari a circa 350 mq nei quali saranno ricavati 4 p.l di terapia intensiva, studi medici oltre ai vari locali accessori.

Gli affidamenti sono stati eseguiti utilizzando gli strumenti contrattuali messi a disposizione dal Commissario Straordinario attraverso l’adesione ad Accordo Quadro.La progettazione preliminare e definitiva è stata realizzata dal consorzio Tekne s.p.a. con sede legale in Milano, via A. Martignoni 25.I lavori sono stati eseguiti dal Raggruppamento di imprese A.B.P. Nocivelli s.p.a. con sede in Castegnato (BS) e S.A.L.C. s.p.a. con sede legale in Milano, che si è avvalsa della collaborazione di altre imprese anche locali.

I lavori sono stati coordinati e diretti dalla S.C. Tecnico Patrimoniale, dall’arch. Silvano Bonelli, dall’arch. Silvano Strola e dall’Ing. Giulia Platini, che si sono avvalsi della società E.T.S. s.p.a. - Engineering And Technical Services di Villa d'Almè (BG) per la progettazione ed esecuzione dei lavori.I Tecnici della Struttura Complessa Tecnico Patrimoniale dell’Asl Novara precisano che: "Le nuove aree, poste su due livelli diversi, sono strettamente collegate tra loro, garantiranno una indispensabile separazione ed autonomia rispetto alle altre strutture ospedaliere e consentiranno di integrare gli spazi delle attuali attività sanitaria, ottimizzando e migliorando il comfort tecnico ed abitativo. Gli ambienti sono stati realizzati utilizzando alte tecnologie biomediche all’avanguardia che garantiscono un alto livello di interattività tra il paziente e l’esterno."

"I lavori di ampliamento dei reparti Anestesia e Rianimazione e Medicina e Chirurgia e d’Accettazione e d’Urgenza rappresentano un ulteriore tassello per garantire una sanità sempre più efficiente e di qualità sul nostro territorio e per affrontare le emergenze sanitarie" afferma Angelo Penna Direttore Generale dell’Asl Novara "Un ringraziamento a tutte le ditte che hanno operato nel cantiere nei tempi previsti e concordati ed a tutti gli operatori che hanno contribuito alla realizzazione delle nuove aree di Terapia Intensiva e Semintensiva (Servizio Tecnico, Direzione Medica Ospedaliera e Direzione delle Professioni Sanitarie) che grazie alla sinergia di tutti hanno reso possibile, utilizzare in modo efficace, efficiente e tempestivo le risorse pubbliche messe a disposizione dal Governo e dalla Regione a beneficio dei nostri cittadini e dei nostri operatori".

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
SU