/ Ambiente

Ambiente | 08 giugno 2022, 19:00

Ambiente: accordo quadro tra Università del Piemonte Orientale e Arpa

La collaborazione riguardarà il tema della sostenibilità e della protezione ambientale

Ambiente: accordo quadro tra Università del Piemonte Orientale e Arpa

Il rettore dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale Gian Carlo Avanzi e il direttore generale di Arpa Piemonte Angelo Robotto hanno firmato questa mattina un accordo quadro per realizzare attività comuni nell’ottica una collaborazione scientifica e didattica in aree tematiche di comune interesse. La collaborazione riguardarà il tema della sostenibilità e della protezione ambientale, sia sotto il profilo dello studio e dell’approfondimento scientifico che sotto quello delle azioni “green£ messe in atto nella quotidianità, come i appalti verdi, produzione e consumo sostenibile e sistemi di certificazione ambientale.

Sarà costituito un apposito Comitato Guida composto dal Rettore dell’Università e dal Direttore Generale di Arpa Piemonte con il compito di individuare gli obiettivi strategici della cooperazione e fornire le linee guida di indirizzo generale. Il Comitato Guida individuerà un Comitato Tecnico-scientifico composto da rappresentati di Università e Arpa che definiranno le linee guida di sviluppo specifico di tutte le linee progettuali intraprese.

"Questo accordo triennale – ha commentato soddisfatto il rettore Gian Carlo Avanzi - aderisce perfettamente alla strategia che l'Università del Piemonte Orientale sta seguendo per essere protagonista in tema di sostenibilità e tutela ambientale. Per esempio abbiamo istituito da pochi mesi un nuovo Dipartimento per lo Sviluppo Sostenibile e la Transizione Ecologica e stiamo pensando a uno sviluppo edilizio nelle nostre tre sedi che tenga conto della necessità di contenere al massimo la nostra impronta ecologica”.

“Le capacità, le conoscenze e le idee di Arpa e UPO – aggiunge il direttore Robotto - saranno messe a fattore comune e sono certo raggiungeranno importanti risultati che saranno messi a disposizione dei decisori politici, del mondo scientifico e di tutti gli interessati per migliorare sempre più la prevenzione e la protezione dell’ambiente”.
Soddisfatto l’assessore all’Ambiente, Ricerca e connessi rapporti con Atenei e Centri di Ricerca pubblici e privati di Regione Piemonte, Matteo Marnati che sottolinea come “per affrontare le sfide che ci attenderanno nel prossimo futuro alla luce della transizione ecologica, occorre fare squadra e unire le forze, ciascuno per le proprie competenze”.

ECV

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore