/ Associazioni

Associazioni | 09 ottobre 2021, 17:00

Un corso di formazione online sul riutilizzo dei beni confiscati alle mafie

È rivolto alle associazioni, alle cooperative e agli enti del terzo settore interessati a diventare assegnatari o a partecipare in altro modo al loro riutilizzo sociale

Un corso di formazione online sul riutilizzo dei beni confiscati alle mafie

Libera Piemonte, insieme al Dipartimento di Culture, Politica e Società dell'Università di Torino, organizza un percorso di formazione online sul riutilizzo dei beni confiscati alle mafie e alla criminalità organizzata rivolto alle associazioni, alle cooperative e agli enti del terzo settore interessate a diventare assegnatari di beni confiscati o partecipare in altro modo al loro riutilizzo sociale.

I beni immobili non ancora utilizzati in Piemonte sono più di 600, di cui più di 500 già confiscati definitivamente. Si tratta di abitazioni, terreni, edifici che possono essere trasferiti gratuitamente al patrimonio degli enti locali, in particolare i Comuni. Questi possono gestirli direttamente, affidarli in concessione a enti del privato sociale o utilizzarli per finalità economiche con il vincolo del reimpiego dei proventi per scopi sociali.

Il percorso comprende tre incontri a distanza gratuiti, il 22 ottobre e il 5 e 26 novembre 2021, al termine dei quali sarà rilasciato un attestato di frequenza.

Durante gli incontri si affronteranno tutti gli aspetti principali del procedimento di destinazione dei beni, dalla conoscenza degli immobili presenti sul proprio territorio alle modalità di assegnazione e riutilizzo, con l'intervento di esperti del settore e di un rappresentante dell'Agenzia Nazionale per i Beni Sequestrati e Confiscati e con la possibilità di porre domande su aspetti specifici. Si tratterà inoltre del fundraising e delle reti nazionali di supporto al riutilizzo. 

Per iscriversi è necessario compilare il seguente modulo online (clicca qui).
Gli iscritti riceveranno una mail con il link e le istruzioni per connettersi agli incontri.

Il programma è disponibile sul sito: https://liberapiemonte.it/beni-confiscati-in-rete/

Per ulteriori informazioni: beniconfiscati@liberapiemonte.it


C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore