/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 27 maggio 2021, 15:10

Sabato a La Fabbrica di Carta sarà presentato ‘Critica e carità di Gianfranco Contini e Cesare Angelini’

Nel libro la corrispondenza tra il filologo ossolano e il vescovo Angelini

Sabato a La Fabbrica di Carta sarà presentato ‘Critica e carità di Gianfranco Contini e Cesare Angelini’

Sabato 29 maggio alle ore 15.15 Interlinea presenterà alla XXIII fiera del libro “La Fabbrica di carta” di Villadossola la novità 2021 'Critica e carità di Gianfranco Contini e Cesare Angelini'. All’incontro presente il curatore Gianni Mussini ed Elisa Manni.

In partenza la XXIII edizione del salone del libro di Villadossola “La Fabbrica carta”. Quest’anno la casa editrice Interlinea sarà presente con il suo catalogo, tra novità e grandi classici, e la presentazione della novità 2021 Critica e carità. Lettere (1934-1965) di Gianfranco Contini e Cesare Angelini, a cura di Gianni Mussini con la collaborazione di Fabio Maggi e presentazione di Carlo Carena. L’incontro si terrà sabato 29 maggio alle ore 15.15: presentazione del curatore Gianni Mussini, a dialogo con la studiosa Elisa Manni.

L’incontro sarà disponibile in streaming sulla pagina Facebook @fabbricadicarta e dal vivo presso il Centro Culturale La Fabbrica di Villadossola (corso Italia 11, Villadossola). Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria entro le ore 10 di sabato 29 maggio.

Link prenotazione posti

Critica e carità. Lettere (1934-1965). Le lettere tra Gianfranco Contini e Cesare Angelini in questo volume a cura di Gianni Mussini hanno l’inizio «nel giugno del ’34, con un incontro mancato fra i due a Pavia, e l’estinzione nel maggio del ’60, dopo una quarantina di documenti, depauperati dal saccheggio fascista della casa dell’ossolano nel ’44. Inizia, come osserva Mussini, con l’atteggiamento di un discepolo che cerca incoraggiamenti e consigli, e termina con due note inaspettate di entrambi in due lettere che s’incrociarono, in cui il sacerdote ripete allo studioso quanto gli espresse in un incontro il giorno precedente a Pavia, “il senso di un’amicizia ritrovata, e – perché no? – d’una consolante somiglianza d’anima”» (dalla presentazione di Carlo Carena).

La Fabbrica di Carta è nata grazie all’iniziativa dell’Amministrazione Provinciale del VCO, in collaborazione con il Comune di Villadossola e tutti i librai ed editori locali del territorio riunitisi nell’Associazione Libriamoci. La Fabbrica di Carta ha saputo valorizzare e portare alla luce un immenso patrimonio editoriale locale che può contare su soggetti attivi, quali editori locali, enti pubblici, musei, parrocchie, biblioteche, associazioni culturali, pro loco, fondazioni, istituti scolastici, scrittori e poeti locali.

Il Salone ospita anche autori non residenti nella Provincia del Verbano-Cusio-Ossola che hanno però descritto nelle loro pubblicazioni fatti, luoghi e persone del territorio. La vasta area espositiva con migliaia di pubblicazioni locali offre al visitatore l’opportunità di conoscere e approfondire la storia e le realtà locali.

Ogni anno, oltre all’esposizione dell’editoria locale, viene individuato un tema che viene approfondito con dibattiti ed un’esposizione editoriale ricca ed esaustiva. Per questa edizione il tema è “Storie nella storia. Il romanzo storico: da Manzoni a Buticchi”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore