/ Sanità

Sanità | 14 aprile 2021, 08:40

"Tutti gli over 70 piemontesi vaccinati con una prima dose solo entro il 2 maggio"

Lo sostiene il Centro studi ImpresaLavoro di Udine sulla base dell’elaborazione dei dati forniti di Istat e Ministero della Salute

"Tutti gli over 70 piemontesi vaccinati con una prima dose solo entro il 2 maggio"

Calcolata sull’ultima settimana, la media delle vaccinazioni quotidiane in Piemonte è al momento di appena 23.419 dosi. Rispetto alla popolazione con età over 80, risultano aver ricevuto la prima dose 294.424 cittadini su 371.400 (pari al 79,3%). Per quanto riguarda invece la coorte 70-79 anni, hanno fin qui ricevuto almeno la prima dose solamente 104.554 cittadini su 477.416 (21,9%).

Mantenendo l’attuale ritmo di vaccinazione anti-Covid e dando priorità assoluta ai cittadini più anziani, in Piemonte la fascia di popolazione over 70 anni verrà quindi messa in sicurezza con la somministrazione di una prima dose soltanto il prossimo 2 maggio 2021. Lo sostiene il Centro studi ImpresaLavoro di Udine sulla base dell’elaborazione dei dati forniti di Istat e Ministero della Salute.

«Il criterio per la somministrazione vaccinale deciso dal Governo Conte e dall’ex commissario Arcuri, che privilegiava alcune categorie professionali, ha fortemente penalizzato i cittadini più anziani e quindi maggiormente esposti al rischio di contrarre il Coronavirus» osserva l’imprenditore Massimo Blasoni, presidente di ImpresaLavoro. «Si è trattato di un grave errore, che per fortuna è stato corretto dal Governo Draghi e dal generale Figliuolo. Adesso va recuperato con ogni mezzo il tempo perduto, per garantire non soltanto i cittadini più fragili ma anche le condizioni minime per la ripartenza delle imprese e per la tenuta economica delle famiglie».


C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore