/ Novara

Che tempo fa

Cerca nel web

Novara | 16 ottobre 2019, 17:56

Binatti e Canetta: “Auser sappia che il patrocinio è stato negato a tutela di commercianti e imprese trecatesi”

Binatti e Canetta: “Auser sappia che il patrocinio è stato negato a tutela di commercianti e imprese trecatesi”

«Il patrocinio non è stato negato per presunte questioni ideologiche». 

Con queste parole il sindaco Federico Binatti e il vicesindaco Rossano Canetta hanno commentato quanto dichiarato ad alcune testate giornalistiche dal presidente di Auser Pietro Allevi. 

«Il progetto di PMG Italia Spa “La mobilità garantita” – precisa il sindaco – era stato presentato all’Amministrazione in febbraio ed era stato subito attentamente vagliato durante un incontro tra i rappresentanti del Comune e l’incaricato dell’azienda. Il fatto che PMG Italia Spa proponesse l’adesione al progetto a commercianti e imprese con lettere di presentazione avallate dall’Amministrazione comunale e a mia firma non ci è sembrato formalmente corretto. Per il progetto “La mobilità garantita”, che consiste nella fruizione di mezzi in comodato d’uso gratuito in cambio di pubblicità veicolare a commercianti e imprese trecatesi, era stato dunque espresso parere negativo. Agendo in questo modo abbiamo voluto evitare quanto si era verificato nel 2012, durante l’Amministrazione guidata da Enrico Ruggerone, quando era stato dato parere favorevole a un progetto simile, denominato “Mobilità per tutti” della società Zena Consorzio di Milano, che aveva visto l’adesione da parte di alcuni commercianti: alla fine, però, il mezzo non era mai arrivato. 

Auser – prosegue il sindaco - ci aveva poi chiesto il patrocinio del service a maggio, ma, dal momento che era già stato espresso parere negativo in febbraio, abbiamo spiegato al presidente il perché del mancato accoglimento della domanda. A sostegno della nostra decisione abbiamo acquisito, tra l’altro, informazioni sulla società proponente: è emerso che altri Comuni, che avevano inizialmente aderito al progetto, avevano poi verificato di essere stati avventati nel concedere un parere favorevole all’iniziativa. 

Inoltre anche il C.I.S.A. Ovest Ticino ci ha comunicato la volontà di recedere dal contratto, vista l’assoluta non gratuità del mezzo e della mancanza di chiarezza». 

Una decisione, dunque, ponderata dall’Amministrazione, <<che non intende essere lesiva degli interessi di Auser, anzi: la nostra volontà – aggiunge il vicesindaco – è stata quella di tutelare l’associazione  come farebbe un “buon padre di famiglia".

L’Amministrazione comunale rigetta pertanto completamente l’accusa di Auser: il nostro no è stato detto non all’associazione locale, bensì alla società proponente il progetto e alle sue modalità operative. 

Da diversi anni, tra l’altro, il Comune collabora con l’associazione Auser Trecate: un esempio su tutti è l’iniziativa agostana “Festa d’Estate” realizzata al parco Cicogna. Il forte supporto degli uffici comunali è fondamentale in tutte le fasi dell’evento: dall’organizzazione all’attivazione di specifiche collaborazioni con personale dedicato, all’aver messo a disposizione un mezzo di Croce Rossa attraverso la convenzione in essere senza dimenticare il nostro contributo economico e logistico oltre a quello del Comune di Cerano e dell’associazione Vo.Ce. 

Considerevole resta il supporto fornito dai volontari di Auser nel favorire il trasporto di malati, infermi, anziani soli o persone in stato di necessità, dal momento che il Comune non dispone di risorse umane e volontarie sufficienti a coprire i bisogni di tutti i cittadini che fanno richiesta. 

Proprio per garantire questi servizi di trasporto agevolato – conclude Canetta – l’Ente e l’associazione hanno sottoscritto una convenzione, di durata triennale, a fronte della quale il Comune versa un contributo economico annuo».



Redazione on line

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore