/ Novara

Che tempo fa

Cerca nel web

Novara | 17 settembre 2019, 09:02

Presentato il progetto “In bici a pelo d’acqua” curato dalll’Atl di Novara

Presentato il progetto “In bici a pelo d’acqua” curato dalll’Atl di Novara

 L’ambizione è quella di realizzare un grande itinerario ciclo-turistico che si snoda dal Vallese fino al Novarese passando da Ossola e Cusio: è il progetto “In bici a pelo d’acqua”, curato con abilità dalll’Atl di Novara e presentato lunedì mattina a Novara nella cornice dell’Arengo del Broletto. Il progetto si è classificato al terzo posto su un totale di 59 nel programma Interreg di cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera. “In bici a pelo d’acqua” ha avuto un importante sostegno da numerosi partner: dalla Regione Piemonte alla Provincia di Novata, dal Comune di Novara alla Camera di commercio, al  Parco del Ticino e lago Maggiore, al Distretto turistico dei laghi, fino agli “Amici della bici” Fiab.

ll budget per la parte italiana del progetto è di 899.000 euro di cui 764.000 di FESR (Fondo europeo di sviluppo regionale), mentre quello della Regione è di 119.000 euro.

L’itinerario è dominato dal fattore comune dell’acqua, con grandi fiumi come il Rodano e il Ticino, laghi come quelli di Mergozzo e di Orta, una fitta rete di canali irrigui che portano la vita in risaia.

La sfida  è quella di aumentare l’attrattività dell’intera area, aggiornare la formazione delle figure turistiche e degli operatori della ricettività.

Un catalizzatore di interesse che, come ha sottolineato nel corso della presentazione il sindaco Alessandro Canelli, il Comune di Novara pensa di mettere in correlazione con una serie di iniziative in città , a cominciare da una ulteriore valorizzazione della Cupola di San Gaudenzio.

ECV

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore