/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | 15 agosto 2019, 11:00

Notizie dal Piemonte. L'altro effetto della CR7-mania: la nuova maglia della Juve è la "divisa" del turista in Portogallo [FOTO]

A un anno di distanza dal clamoroso trasferimento del campione lusitano nella squadra della Vecchia Signora, la sua terra d'origine conta tantissimi visitatori (e non solo) con la maglia juventina

Notizie dal Piemonte. L'altro effetto della CR7-mania: la nuova maglia della Juve è la "divisa" del turista in Portogallo [FOTO]

L'anno scorso, quella dell'approdo di Cristiano Ronaldo alla Juventus, l'effetto marketing era stato deflagrante quanto evidente: improvvisamente, in tutti gli angoli del mondo, anche chi non aveva idea di dove fosse esattamente Torino, ha cominciato a trovarla con facilità sulla cartina geografica dell'Europa e dell'Italia.

Ma l'effetto CR7 non si è ancora esaurito. E anzi, a poco più di 12 mesi di distanza, rivela risvolti altrettanto curiosi, a volte impensabili. Per esempio, il "contagio" si sta manifestando in maniera davvero sorprendente addirittura nella casa del marziano del pallone, il Portogallo.

Basta guardarsi intorno, anche distrattamente, per rendersene conto: sono tante - per non dire tantissime - le persone che girano per le strade delle diverse località lusitane con la divisa bianconera addosso. Rigorosamente con il numero 7 sulla schiena e il nome, inequivocabile: Ronaldo.

Bambini, certo. Ma anche adulti (spesso di età insospettabili). E per una nazione che in questo momento fa del campione ex Real Madrid, Manchester United e Sporting Lisbona, la maglia con cui Cristiano si esibisce ormai da un campionato è diventata una specie di seconda bandiera. Prima, ovviamente, quella della Nazionale, che campeggia praticamente in ogni negozio di sport, ma anche di souvenir e non disdegna di collocarsi anche in altre vetrine. Poi, ma a pochissima distanza, quella a strisce bianconere. Di più: proprio quella con due grandi bande e la linea rosa al centro, che contraddistingue la nuova (e discussa) divisa della stagione 2019/2020.

Incontrare persone vestite così non è difficile. E sia chiaro: non si tratta soltanto di turisti italiani in vacanza. Anzi. Sono molti di più gli stranieri che si aggirano per il Portogallo vestiti così. E pur tenendo in considerazione la diffusione dei tifosi del club anche all'estero, è piuttosto difficile pensare che si tratti soltanto di sostenitori bianconeri: è come se la maglia juventina di Ronaldo fosse una "divisa" del turista. Un modo per sentirsi un po' di più partecipi e inseriti nella propria esperienza di visita.
E la cosa altrettanto sorprendente è che si registrano queste presenze nelle grandi città (da Lisbona a Porto), brulicanti di turisti, ma si trovano anche nelle aree meno battute: dalle spiagge di Nazare spazzate dal vento e dalle onde fino alle estremità continentali di Sagres e Cabo Sao Vicente. Ma pure nelle città più rurali e circondate da mura medievali di Obidos ed Evora.

Letteralmente sparite le testimonianze del passato calcistico di CR7: niente divise del Real o dello Sporting. Se si fa riferimento a lui, in mezzo a gigantografie, poster e anche qualche maschera di carnevale con i fori al posto degli occhi, è in bianconero oppure con i colori della nazionale. Come spiega uno dei commessi del negozio di "Forca Portugal" di Albufeira, una specie di Rimini affacciata sull'oceano, "è normale, perché Cristiano Ronaldo è il giocatore più forte del mondo".
E, da queste parti, è amato quasi più del bacalhau o di un buon bicchiere di Porto.

Dal Nostro corrispondente a Torino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore