/ Notizie dal Piemonte

Che tempo fa

Cerca nel web

Notizie dal Piemonte | 03 agosto 2019, 12:11

Notizie dal Piemonte. Gaia è rientrata a casa dopo oltre 72 ore

Grande lavoro da parte dei carabinieri di Occhieppo Superiore e dell'aliquota operativa di Biella.

Notizie dal Piemonte. Gaia è rientrata a casa dopo oltre 72 ore

Molti segnali nella giornata di ieri sono diventati certezza. La 16enne di Sordevolo, Gaia Speranza ha fatto rientro a casa nella notte. Non sappiamo altri particolari per ora. Vi raccontiamo però la nostra ricostruzione dell'ultima giornata

 

LE ULTIME ORE DI FUGA. I carabinieri sono certi che Gaia e Michael sono insieme e stanno bene. Poco o nulla trapela dagli investigatori ma i piccoli indizi raccolti indicano la "fuga d'amore", l'allontanamento volontario della 16enne. Ipotesi, fin da subito mai messa in discussione dai carabinieri di Occhieppo Superiore e dall'aliquota operativa di Biella, che seguono il caso. Gaia manca ormai da casa da oltre 72 ore ma tra giovedì 1 e venerdì 2 agosto, qualche segnale è arrivato. 

Qualcosa si è mosso, il grande lavoro di ricerca dei militari sta ottenendo i suoi frutti. Alcuni fotogrammi sarebbero in mano agli investigatori e confermerebbero la buona salute dei due ragazzi. Ma un click "rubato" avrebbe individuato i due ragazzi, all'interno della Renault, Clio in un bosco. Forse del Biellese. E non solo: altro materiale, video registrato dalle telecamere di sorveglianza, sarebbe anche questo sotto la lente degli inquirenti, decisi a non mollare la presa. A stringere il cerchio. Gli investigatori sono chiusi nel silenzio così come la famiglia Speranza. 

Qualche parola arriva direttamente dal papà Roberto che ieri a mezzogiorno ci ha confidato: "Ho piena fiducia nell'operato dei carabinieri, sono persone incredibili, stanno lavorando ventiquattrore su ventiquattro. Non finirò mai di ringraziarli. Sono il nostro vero punto di riferimento e ancoraggio. Ho piena fiducia in loro". E anche se i cellulari dei ragazzi rimangono sempre spenti, a questo punto, potrebbe veramente trattarsi di questione di ore per riabbracciare Gaia e Michael. Due ragazzi. Forse desiderosi di trascorrere insieme alcuni giorni. Tutti per loro. Alle 6 di questa mattina abbiamo saputo del rientro a casa di Gaia. 

I fatti dei giorni scorsi. Tutto inizia martedì 30 luglio, nel pomeriggio, quando Gaia esce dalla sua abitazione a Sordevolo, per non farci ritorno la sera. Il mattino seguente scatta l'allarme, la denuncia di scomparsa della famiglia alle forze dell'ordine. Trascorrono le ore, sale l'ansia, l'attesa che il telefono squilli. Ma la voce di Gaia non arriva. Neanche dopo l'appello video di papà Roberto e divulgato dai media. La macchina operativa dei carabinieri si muove silenziosa, nell'ombra, valuta tutto passando al setaccio telecamere di videosorveglianza alla ricerca anche di un piccolo indizio. Nulla viene lasciato al caso. I boschi del Biellese sono tanti e fitti, un nascondiglio è facile da trovare per passare la notte. Per nascondersi. Nelle ore passate si sono fatti sentire mitomani, persone che pensavano, credevano di aver visto i ragazzi passeggiare in qualche paese o cittadina nelle vicinanze di Biella. Ma erano solo falsi indizi. Oggi invece qualcosa di concreto c'è. Adesso la certezza è che Gaia è rientrata a casa sua.

Dal nostro corrispondente a Biella

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore