/ Novara

Che tempo fa

Cerca nel web

Novara | 01 agosto 2019, 10:23

Il Pd chiede a gran voce la convocazione delle commissioni per discutere della situazione della Fondazione Teatro Coccia

Il Pd chiede a gran voce la convocazione delle commissioni per discutere della situazione della Fondazione Teatro Coccia

 Il Pd si rivolgerà al Prefetto se entro il 10 settembre non sarà convocata una seduta congiunta della 1° e della 3° commissione consiliare permanente per esaminare, alla presenza del Consiglio di Amministrazione, la situazione della Fondazione Teatro Coccia.

Lo ha annunciato ieri con una nota, a nome di tutto il gruppo, la consigliera Sara Paladini che ha seguito in modo particolare questa vicenda.

Come si ricorderà una decina di giorni or sono le commissioni venivano riunite («con oltre un mese di ritardo», fa notare Paladini) a seguito di una precedente richiesta di convocazione presentata dalle minoranze. A quella seduta si presentava, in rappresentanza del CdA della Fondazione, il volo vicepresidente Sante Palmieri, che poco più di tre quarti d’ora, lasciava il palazzo comunale “per precedenti impegni”, causando la sollevazione del gruppo Dem, che formalizzava immediatamente una nuova richiesta di convocazione.

«Il 25 luglio – racconta Paladini - la segretaria di commissione - sostenendo di aver sentito i presidenti delle due commissioni-, scrive a tutti i componenti del Consiglio Comunale e della Fondazione Coccia informando che i presidenti di commissione hanno deciso che il Comune si adeguerà nella convocazione alle disponibilità del CdA della fondazione, che, a quanto è stato riferito, avrebbe consentito ad essere presente solo alla fine di settembre»

«Questa scelta – aggiunge Paladini - contravviene all’art. 18 del regolamento del Comune. Nonostante le osservazioni pervenute, i Presidenti Nieddu e Freguglia si sono chiusi in un totale e assordante silenzio».

«Il 29 luglio – prosegue la consigliera del Pd - i presidenti propongono una convocazione il 7 agosto con la partecipazione solo della direttrice della fondazione».

Ma il gruppo del Pd non ci sta: «non parteciperemo alla seduta del 7 agosto: avevamo chiesto la partecipazione per l’intera durata dei lavori della commissione dei componenti del CdA della Fondazione Coccia. Finché non sarà garantita la presenza del CdA non parteciperemo ad alcuna commissione consiliare sulla questione Coccia».

E infine, l’annuncio: «se entro il 10 settembre non sarà convocata la commissione con presenza del CdA saremo costretti a rivolgerci al Prefetto, affinché assicuri il rispetto delle funzioni proprie del Consiglio comunale».

 

E.C.V.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore