/ Novara

Che tempo fa

Cerca nel web

Novara | 12 giugno 2019, 12:08

Il 14 giugno una serata di riflessione sul tema dell’eutanasia con l'Associazione Li.F.E.

L’argomento è di grande attualità alla luce dei recenti fatti di cronaca e della decisione che sul tema il Parlamento sarà chiamato a prendere il prossimo settembre.

Il 14 giugno una serata di riflessione sul tema dell’eutanasia con l'Associazione Li.F.E.

L’Associazione Li.F.E. è lieta di presentare l’incontro pubblico sul tema dell'eutanasia che si terrà il prossimo 14 giugno, alle ore 21, presso la Sala Conferenze dell’Hotel “La Bussola” di Novara. Si tratta di un tema sui valori etici di estrema attualità e di grande importanza per il futuro della società italiana che potrebbe dal prossimo settembre vedere legalizzata la pratica dell’eutanasia. Un viatico culturale che non può essere ignorato e su cui Li.F.E. offre un’opportunità di riflessione e approfondimento.
Interverranno l'avv. Gianfranco Amato, presidente dell’associazione “Giuristi per la Vita”, che proporrà un excursus giuridico-culturale sul tema, con particolare riferimento al principio di autodeterminazione che, secondo i sostenitori del diritto all’eutanasia, ne costituirebbe il presupposto legittimante.
Seguirà la testimonianza di Lorenzo Moscon, neolaureato in lingue e affetto fin dalla nascita da triplegia spastica, che presenterà la propria esperienza di vita e racconterà della lettera che scrisse al Presidente della Repubblica con riferimento al dibattito sulle DAT.
Infine il dott. Gian Battista Giuzzetti, medico responsabile del reparto persone in stato di veglia non responsiva dell'Istituto Don Orione di Bergamo, che da anni lavora a contatto con malati che potrebbero essere interessati più da vicino dalla questione dell’eutanasia.
Modera l'incontro il dott. Marco Erbeia, dirigente medico dell'AOU Maggiore della Carità di Novara. Porterà un saluto introduttivo il Vicario diocesano per la pastorale, don Brunello Floriani.
Per l’alto valore dei temi trattati e dei relatori, l’incontro ha ottenuto il sostegno e la collaborazione di numerose associazioni pro family e pro life nazionali, come ProVita & Famiglia e CitizenGo, e  il Forum delle Associazioni Familiari del Piemonte.

C.S.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore